VIRGINIA RAGGI SENTITA DAI PM PER 5 ORE, IL GIALLO DELLA POLIZZA VITA DI ROMEO (DA 30.000 EURO) A SUO FAVORE

image_pdfimage_print

Alla morte di Romeo la sindaca Raggi potrebbe incassare una cifra corrispondente all’importo maturato e pari a circa 30 mila euro. Sempre secondo Il Fatto Quotidiano e l’Espresso inizialmente il beneficiario in caso di morte indicato da Romeo non era Virginia Raggi, divenuta beneficiaria nel gennaio 2016.

Quando ha sottoscritto il contratto, alcuni anni fa, Romeo aveva indicato come beneficiario un’altra persona. Per alcuni anni il funzionario del comune di Roma ha pagato regolarmente i premi permettendo così l’accumulo del capitale da riscuotere al momento della sua morte. In caso di morte del funzionario del comune di Roma il soggetto che può incassare la somma accumulata è Virginia Raggi.

Sempre secondo le rivelazioni dei media Romeo avrebbe stipulato altre polizze vita a favore di esponenti o simpatizzanti Cinquestelle. Il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Francesco Dall’Olio coadiuvati dalla Squadra Mobile della polizia di Stato hanno scoperto l’esistenza della polizza nell’ambito delle indagini sulla nomina di Salvatore Romeo. E avrebbero chiesto chiarimenti alla Raggi dal momento che il contratto potrebbe avere diverse spiegazioni tra cui quella che la  Raggi potrebbe non essere mai stata informata di questo atto di generosità futura da parte del suo collaboratore. In altri termini, quando Raggi ha deciso il cambio di posizione e l’aumento di stipendio per Romeo (a luglio) poteva non sapere di essere stata scelta sei mesi prima come beneficiaria di una polizza vita dal suo nominato.

Interpellato dai giornalisti sulla polizza, Romeo ha detto soltanto: “Non so di cosa state parlando”.

mader
Fonte: In 20 Righe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *