VIRGINIA RAGGI COMMISSARIATA DA GRILLO SCARICA IL VICESINDACO E IL CAPO DELLA SEGRETERIA POLITICA

image_pdfimage_print

Virginia Raggi cede alle pressioni dei vertici pentastellati e annuncia un “segnale di cambiamento” in Campidoglio, dopo l’arresto del suo stretto collaboratore e capo del personale Raffaele Marra.

“Al termine delle ultime due riunioni di maggioranza, in cui erano presenti i consiglieri comunali, alcuni assessori e i presidenti dei Municipi del M5s, e dopo un confronto con il garante Beppe Grillo, abbiamo stabilito di dare un segno di cambiamento”, annuncia la sindaca. E spiega: “Daniele Frongia ha deciso di rinunciare al ruolo di vicesindaco mantenendo le deleghe alle Politiche giovanili e allo Sport. Contestualmente Salvatore Romeo ha deciso di dimettersi dall’incarico di capo della Segreteria politica. Al contempo a breve avvieremo una nuova due diligence su tutti gli atti già varati”.

La ‘benedizione’ di Grillo “Roma va avanti con Virginia Raggi sindaco del Movimento 5 Stelle. Sono stati fatti degli errori che Virginia ha riconosciuto: si è fidata delle persone più sbagliate del mondo”, scrive Beppe Grillo sul blog, sottolineando: “Da oggi si cambia marcia. Bisogna riparare agli errori fatti per fugare ogni dubbio. L’attività fatta da persone che si sono dimostrate inaffidabili sarà attentamente vagliata e opportunamente annullata o riesaminata da cima a fondo”. “A breve definiremo un codice etico che regola il comportamento degli eletti del Movimento 5 Stelle in caso di procedimenti giudiziari. Ci stanno combattendo con tutte le armi comprese le denunce facili che comunque comportano atti dovuti come l’iscrizione nel registro degli indagati o gli avvisi di garanzia. “Nessuno pensi di poterci fermare così. Mettiamo la barra a dritta e avanti tutta”, aggiunge Grillo, che di fatto ha commissariato la sindaca capitolina.

Orfini: a 24 ore da arresto silenzio leaderini M5S “Più di 24 ore dall’arresto di Marra e i presunti leaderini del M5s -Di Maio, Di Battista- non hanno ancora detto una parola. Quando si dice il coraggio…”. Lo scrive su Fb il presidente nazionale e commissario romano del Pd, Matteo Orfini.

Salvini: Roma merita un sindaco normale “A Roma spero riescano a eleggere un sindaco normale perché tra Marino e Raggi non so chi abbia fatti più danni e mi spiace perché da cittadino italiano contavo che i Cinque Stelle potessero cambiare qualcosa invece sono stati una delusione incredibile”.

Marchini: caso Marra ennesima prova inadeguatezza Raggi “Derubricare il caso Marra come un semplice incidente accaduto ad uno dei 23mila dipendenti comunali è l’ulteriore prova della inadeguatezza del sindaco. A Roma il M5S si gioca tutto e purtroppo questi mesi sono stati disastrosi. E questo non mi rende felice. Lo dissi e lo ribadisco: se il M5S dovesse evaporare partendo da Roma sarebbe una sciagura per il Paese. Il perché è evidente: il M5S è il principale contenitore istituzionale per il crescente malessere del nuovo blocco sociale che somma le periferie urbane più degradate e la ex classe media sempre più povera e priva di speranza di futuro”.

mader
Fonte: Rai News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *