VINCENZO DE LUCA SULLE OLIMPIADI DI ROMA 2024, ROMANI HANNO ELETTO GRILLO NON LA RAGGI

image_pdfimage_print

de-lucaLa rinuncia dell’amministrazione comunale di Roma alle Olimpiadi indica “paura di assumersi responsabilità e propensione alla demagogia” e fa emergere “il dato preoccupante della totale mancanza di autonomia del sindaco eletto”.

Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale della Campania, sottolineando che “i romani stanno comprendendo che hanno eletto sindaco Grillo non la Raggi. Grillo ha mandato un telegramma scrivendo ‘no olimpiadi’ e Raggi esegue”.

De Luca è tornato anche sul mancato incontro Raggi-Malagò: “Non mi ha infastidito il rifiuto alle Olimpiadi, ma il gesto di volgarità del sindaco di Roma che sta al ristorante a mangiare la carbonara mentre Malagò e Pancalli vengono lasciati in Campidoglio ad aspettare mezz’ora senza la decenza di riceverli. Sono gesti simbolici che testimoniano mancanza di dignità umana”.

“Le Olimpiadi sono uno spreco di risorse? Il Comune di Roma deve organizzare le opere, siete voi, quindi è una sfiducia espressa a se stessi. Vuol dire che non sono in grado di fare opere in modo corretto senza imbrogli e ruberie”, ha concluso il presidente della Regione Campania.

“Ma hanno spiegato a Virginia Raggi che le speculazioni edilizie è il sindaco che le blocca, che di appalti se ne occupa il primo cittadino? Non le hanno detto che sarebbe stata lei a gestire queste cose? Mi sa che sta facendo il sindaco a sua insaputa”. Così il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha commentato il rifiuto del sindaco di Roma alle Olimpiadi del 2024.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *