VIA UN ALTRO “MINISTRO” DI DI MAIO, PASQUALE TRIDICO MOLLA IL M5S

image_pdfimage_print
Nella nuova alleanza tra 5 Stelle e Lega, finalizzata alla formazione del nuovo governo “non mi trovo per motivi ideologici, ho un’altra sensibilità e avrei preferito un’altra direzione”: con queste parole dette all’agenzia AGI Pasquale Tridico, docente di politica economica all’università Roma Tre e indicato come ministro del Welfare ‘in pectore’ dei pentastellati si sfila dal nuovo contratto M5S-Lega.

Il professore ha precisato di non aver visto la versione definitiva del contratto di governo ma in generale.
Questo a margine di un convegno organizzato da L’altra Emilia-Romagna, il docente di politica economica all’Università Roma Tre si è chiaramente sfilato: “Nella nuova alleanza tra Cinque Stelle e la Lega non mi trovo per motivi ideologici, ho un’altra sensibilità e avrei preferito un’altra direzione”.
L’amarezza del prof. Tridico è dovuta a tutta una serie di temi cancellati drasticamente dall’agenda di governo grillina, non appena si è aperto il tavolo di confronto con la Lega: “Come l’articolo 18 o determinate modifiche al Jobs Act. Io – ha aggiunto – non sono mai entrato nel Movimento, ero un tecnico. Non penso che il mio ruolo sia compatibile con la Lega. Nel M5s ci sono diverse anime. Luigi Di Maio ha una sensibilità molto forte sul lavoro”. Sarà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *