TOFALO (M5S) OSCURATO IN FRANCIA

image_pdfimage_print

Angelo-Tofalo-matteoderrico“Il governo francese ha deciso arbitrariamente, e senza alcun atto pubblico a supporto di tipo politico o giuridico, di bloccare un video che avevo caricato sulla mia pagina Facebook” – afferma il deputato del M5S Angelo Tofalo.

“Nessuna notifica, nessuna possibilità di difendere le proprie ragioni, – continua il parlamentare – nessuna possibilità di appellarmi a questa decisione. Nel post incriminato invitavo gli utenti a valutare autonomamente il messaggio che alcuni combattenti del califfato inviavano all’Europa e postavo anche mie considerazioni politiche contro il terrorismo”.

“Qualcuno in Francia non ha gradito ed ha fatto in modo che il mio contenuto venisse oscurato su territorio francese! Ciò è stato possibile con una semplice comunicazione scritta delle Autorità Francesi ai responsabili di Facebook. Quello che il MoVimento 5 Stelle ha cercato di denunciare sin dall’inizio in tema di censura del Web oggi è diventato realtà. Le leggi antiterrorismo di cui si stanno dotando tutti i governi sono ormai in palese violazione delle libertà individuali. La cosa più assurda è che il video in questione è stato diffuso dalla trasmissione televisiva Servizio Pubblico e ad oggi è ancora disponibile sul sito web ufficiale, questo non ha impedito ad un funzionario di obbligare i responsabili Facebook alla censura non consentendo ai suoi concittadini la visione di un documento”.

“Dopo aver cercato invano di contattare anche qualche Autorità Francese, ho deciso di scavare in fondo a questa storia. Le domande a cui voglio trovare risposta sono queste…succede anche in Italia? L’Europa esiste solo quando ci sono da pagare debiti? Se domani Facebook ed altri importanti social verranno obbligati ad oscurare i nostri contenuti perché considerati “eversivi” si potranno cancellare con una semplice richiesta?” – conclude Tofalo.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *