LA DEPUTATA GRILLINA CHE SI LAMENTA PER IL RADUNO NEO-NAZISTA A CEREA, MA AL GOVERNO CI SONO LORO

Francesca Businarolo, deputata M5S del veronese e presidente della Commissione Giustizia della Camera si lamenta della protezione di cui godono i gruppi fascisti. Ma alla guida del governo, insieme alla Lega di Matteo Salvini, ci sono i grillini. Il Movimento 5 Stelle è partito con cui l’onorevole Businarolo è stata eletta in parlamento ed è il partito che governa l’Italia. Sono loro che dovrebbe garantire legalità e sicurezza e che ha giurato sulla costituzione antifascista. Sono loro che avrebbero dovuto impedire il raduno.

”Sono indignata e preoccupata per quello che è accaduto a Cerea. Il raduno di una serie di sigle neonaziste, tra cui il Fronte veneto skinheads, per celebrare Hitler nella data simbolica del 20 aprile, e alla vigilia della nostra festa della Liberazione, è una provocazione che non va sottovaluta”.  Lo racconta l’agenzia di stampa AdnKronos.
“Questi gruppi, che si ispirano alla ideologia violenta e razzista che tanto orrore ha portato in Europa, si sentono evidentemente in diritto di poter manifestare quel che vogliono -aggiunge- perché le autorità che dovrebbero non intervengono. In questo caso c’è una lunga catena di autorità che avrebbero dovuto impedire questo scempio della ragione e del buon senso. Tutto è aggravato dal fatto che l’evento, a cui hanno partecipato mille persone, si è svolto in un’importante area fieristica di proprietà del Comune, senza che la cittadinanza fosse minimamente informata”.



GRILLO VUOLE ABOLIRE LE REGIONI, IL CANDIDATO M5S IN VENETO È PER L’AUTONOMIA DEL TRIVENETO

Jacopo-Berti-matteoderrico“Dobbiamo vincere le elezioni regionali per abolire le Regioni”. All’assemblea delle Ferrovie Nord, dove è intervenuto Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, detta la linea ai suoi in vista del voto di domenica. “Se non vinciamo noi”, ha aggiunto Grillo, “le Regioni non le aboliranno mai”.

Jacopo Berti, candidato governatore del Movimento 5 Stelle e candidato consigliere in provincia di Padova, si dice favorevole al referendum per l’autonomia del nord-est: “L’idea di una macroregione del Triveneto, che metta insieme Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige – afferma Berti – è nelle nostre corde. Ci crediamo e diciamo sì al referendum sull’autonomia del Veneto. Noi vorremmo che tutte le Regioni godessero della stessa autonomia del Trentino-Alto Adige e del Friuli-Venezia Giulia”.

“Quella di Beppe mi sembra una provocazione fatta a poche ore dal voto”, si giustifica l’onorevole 5 Stelle Francesca Businarolo, non vi è nessun disaccordo sul tema delle regioni all’interno del Movimento.

mader