RETROMARCIA DI GRILLO SULLE UNIONI CIVILI, LA BASE M5S INSORGE: “NON TI VOTIAMO PIÙ”

Beppe_Grillo-matteoderricoBeppe Grillo dal blog ordina ai suoi parlamentari libertà di coscienza, sulla cosiddetta stepchild adoption e sul disegno di legge nel suo complesso, in vista dell’inizio delle votazioni sul ddl Cirinnà sulle unioni civili.

“Nel disegno di legge è prevista la stepchild adoption, letteralmente adozione del figliastro, per le coppie omosessuali. Questo è il punto in cui le sensibilità degli elettori, degli iscritti e dei portavoce Movimento 5 Stelle – ricorda la nota – sono varie per questioni di coscienza. Nella votazione online che si è svolta a ottobre 2014 non era presente alcun accenno alle adozioni e gli iscritti del M5S non hanno potuto dibattere su questo argomento specifico”.

“In seguito alle tante richieste da parte di elettori, iscritti e portavoce M5S su questo tema etico si lascia pertanto libertà di coscienza ai portavoce M5S al Senato sulle votazioni agli emendamenti della legge Cirinnà e alla legge nel suo complesso anche se modificata dagli emendamenti. Non si fa ricorso a un’ulteriore votazione online – conclude il post – perché su un tema etico di questa portata i portavoce M5S al Senato possono comunque, in base ai dettami della loro coscienza, votare in maniera difforme dal Gruppo qualunque sia il risultato delle votazioni”.

“Su Cirinnà Grillo non assicura più i voti M5S – scrive il leader di Ncd, Angelino Alfano, su Twitter – Si riapre la partita. Potrebbe saltare l’intera legge. Bene, scenario molto interessante”.

I dubbi sul blog di Grillo non mancano. Ci sono gli entusiasti (“decisione giustissima”), ci sono i complottisti (“i soliti troll”). Ma ci sono anche quelli che, in tanti, esprimono perplessità, critiche e anche qualcosa in più sul blog di Beppe Grillo dopo l’annuncio di stamattina sulla libertà di coscienza ai senatori M5S nelle votazioni sul Ddl Cirinnà.

Alfio: “Se non votate la stepchild adoption ritiro la mia iscrizione al Movimento e non voto più fino alla fine dei miei giorni. Non voglio morire democristiano. Ossequi.”

Matteo: “Che delusione questa giravolta. Degna di tutti gli altri partiti. Bye bye.”

(A)rjцna: “Un disastro ferroviario, i nodi al pettine. La prima onestà si chiama trasparenza, questo invece è paraculismo estremo. I “portavoce” eh? Puah! Il momento in cui ha cessato di essere extraparlamentare è stato l’inizio della fine. Cazzo volete che rosichi il PD?”

Michele: “bye bye siete pazzi”

Giulk: servi del Vaticano fate schifo

Daniele: “Vergona! Ma come? sino a ieri dicevate che non avreste votato il ddl Cirinnà se fosse cambiato di una virgola ed ora???
Venduti… eravate l’ultima speranza di laicità di questo paese ridicolo venduto al Vaticano.
Da che parte state? Chi siete? Mi spaventate preferisco un Giovanardi, Meloni ecc ecc perché si mostrano per quello che sono e di conseguenza non avranno mai il mio piccolo sostegno, ma Voi?? A che gioco state giocando? Sulle spalle di tanti cittadini che credevano in qualcosa di diverso.
Sconcertato e deluso. Grazie Beppe.. anche se realmente dovrei ringraziare chi detiene il potere, Grazie CEI di farmi vivere in un Paese dove mi fa sentire estraneo ed espulso. Dovrei chiedere diritto di asilo in un altro Paese. Un permesso di soggiorno per motivi umanitari. Rimedia a questo errore e metti alle votazioni la strada da intraprendere. Se poi sei stanco levati dai C… e basta. Di Maiooooo ti ammiravo tanto, tantissimo ti vedevo come presidente del Consiglio… Ti vedevo.. ma ora so che sei solo una marionetta nelle mani di chi detiene il potere ovvero il Vaticano per intercessione di Don Casaleggio e Don Grillo.”

Mario: Vergogna! Questi si chiama paraculismo. Non si gioca con i diritti delle persone.

Emanuele: “beppe vai a fare quello che sei”

Giovanni: “la solita cazzata calata dall’alto. Fate votare la base per qualcosa che abbia un senso invece di fare gli omofobi del cazzo!

Vergogna, state facendo a gara con la Lega per chi è meno tollerante. M5S inutile!”

Thomas: “Più coglione io che vi ho pure votati. Che delusione…”

Massimiliano: “Una sola parola……………VERGOGNA!!”

Valter: “Vergognati, pavido e scaltro politico che non sei altro”

Claudio: “Per quanto vi possa interessare, il mio voto lo avete perso !”

“‪#‎IOvotoSI‬” è l’hashtag lanciato su Facebook dalla senatrice del M5S Paola Taverna. A corredo della sua decisione, la Taverna aggiunge un passo di Sant’Agostino: “Sia che tu taccia, taci per amore. Sia che tu parli, parla per amore. Sia che tu corregga, correggi per amore. Sia che tu perdoni, perdona per amore. Sia in te la radice dell’amore, poiché da questa radice non può procedere se non il bene. Ama e fa ciò che vuoi”.

mader
Fonte: AdnKronos



INDAGATO IL CONSULENTE VOLUTO DAL SINDACO 5 STELLE DI LIVORNO

Livorno a 5 stelle, torna mister Panucci ed il Livorno fa risultato (non tutto ciò che è del passato è da buttare). L'evento sportivo si intreccia con l'attualità: lo stadio da rifare e le vicende di AAMPS ancora non chiare. Sui giornali appaiono le prime indiscrezioni delle indagini sull'azienda dei rifiuti cittadina!! RiMa
Livorno a 5 stelle, torna mister Panucci ed il Livorno fa risultato (non tutto ciò che è del passato è da buttare). L’evento sportivo si intreccia con l’attualità: lo stadio da rifare e le vicende di AAMPS ancora non chiare. Sui giornali appaiono le prime indiscrezioni delle indagini sull’azienda dei rifiuti cittadina!!
RiMa

Oggi Beppe Grillo sul suo blog si scaglia sull’indagine a carico di Valter Nebbiai, ex assessore Pd del comune di Livorno, ma scorda quella sul consulente del sindaco M5S Filippo Nogarin.

Sono tre i fascicoli della Procura aperti su Aamps, l’azienda comunale dei rifiuti. Uno di questi si concentra sul caso di Andrea Marzovilla il consulente nominato dal sindaco 5 Stelle Filippo Nogarin. Il primo cittadino lo aveva scelto a inizio 2015 per riqualificare e rilanciare l’azienda partecipata (le cose sono andate diversamente).

L’inchiesta della Procura in questo caso è per peculato e falso e riguarda, tra l’altro, l’uso che Marzovilla faceva dell’auto aziendale. Marzovilla a sua volta aveva preparato un mini dossier – depositato in Procura da Nogarin – su altre presunte anomalie nella gestione dell’impresa della raccolta rifiuti.

A metà luglio un’interrogazione della consigliera comunale Elisa Amato, capogruppo di Forza Italia, chiedeva conto al sindaco Filippo Nogarin delle multe prese da un veicolo intestato all’azienda comunale dei rifiuti.

E scavando sui poter di Marzovilla durante quei sei mesi in Aamp e sui benefit gli investigatori hanno acquisito il contratto di collaborazione e ricostruito anche il passato del consulente voluto da Nogarin.

È emerso, ad esempio, che Marzovilla è irreperibile dal punto di vista fiscale anche dal comune di Firenze dove prima aveva la residenza.

Ma nonostante questo è stato ugualmente chiamato a guidare un’azienda pubblica controllata dal comune di Livorno guidato da una maggioranza del Movimento 5 Stelle che fa della trasparenza un cavallo di battaglia.

mader
Fonte: Il Tirreno



BABBO BEPPE REGALA L’ESPULSIONE A SERENELLA FUCKSIA

serenella-fucksia-matteoderricoIl 92,6% degli attivisti votanti hanno deciso l’espulsione della senatrice Serenella Fucksia dal Movimento 5 Stelle.

Il blog di Beppe Grillo, con un post, comunica la decisione di 24.667 iscritti su 26.630.

Non è piaciuta ai grillini l’ultima uscita della senatrice 5 Stelle, da sempre critica verso la gestione del M5S, che poco prima di Natale aveva difeso il discorso del ministro Boschi in occasione della sua mozione di sfiducia. Su Facebook aveva scritto:

“Possiamo dire, al di là di tutto, che questo discorso merita gli applausi di tutti? O è disdicevole perché i giudizi sono categorie a priori precostituite?”.

Ma la motivazione ufficiale del sacro blog è per la mancata restituzione dello stipendio:

“Chi non restituisce parte del proprio stipendio come tutti gli altri non solo viola il codice di comportamento dei parlamentari Movimento 5 Stelle ma impedisce a giovani disoccupati di avere ulteriori opportunità di lavoro oltre a tradire un patto con glie elettori. Ogni mese i parlamentari del M5S si tagliano lo stipendio e donano quei soldi a un fondo per far partire nuove imprese e quindi nuovi posti di lavoro in Italia. A differenza di tutti gli altri suoi colleghi parlamentari, la senatrice Serenella Fucksia non ha ancora restituito le eccedenze del mese di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre 2015, così come richiesto dallo Staff e nonostante i diversi solleciti inoltrati. Fucksia ha violato ripetutamente il codice di comportamento dei Parlamentari 5 Stelle. Ti chiediamo se debba essere espulsa”.

La senatrice Fucksia ha così replicato a Grillo:

“La rendicontazione è una scusa: il motivo della richiesta di espulsione nei miei confronti è molto più becero. C’è una lotta di potere in corso e si è trovata questa scusa per parlare di altro, per non affrontare il problema. Ma questo modo dci comportarsi non fa onore al Movimento, è un altro autogol”.

mader



IL SINDACO GRILLINO DI LIVORNO FUGGE SOTTO SCORTA DAL COMUNE – #NOGARINDIMETTITI

nogarin-scortatoIeri il Comune di Livorno è rimasto blindato dalle forze dell’ordine, con le porte sbarrate per l’assemblea dei soci dell’Aamps la municipalizzata dei rifiuti che il sindaco del Movimento 5 Stelle vuole, di fatto, far fallire con il concordato preventivo lasciando lavoratori e città in situazione drammatica.

Dopo l’assemblea dei soci e la conferenza stampa il sindaco grillino Filippo Nogarin e l’assessore al bilancio Gianni Lemmetti sono usciti dal Comune da una porta secondaria e sono andati via a bordo di un’auto dei vigili urbani.

“Il Movimento 5 Stelle dà piena fiducia alla giunta Nogarin e sposa la scelta intrapresa: per governare serve responsabilità e coraggio”, scriveva Beppe Grillo, sul sacro blog, i difesa del sindaco grillino.

Le responsabilità si individueranno il coraggio per il momento, almeno in questa circostanza, manca.

Dove sono finiti i politici, gli eletti, gli amministratori a 5 Stelle che potevano permettersi di uscire liberi, senza scorta?

L’ingegnere aerospaziale Filippo Nogarin, pensi a un bel regalo per il Natale dei cittadini di Livorno, si dimetta.

#NOGARINDIMETTITI

mader



I GRILLINI IN MARCIA SU LIVORNO

grillo-nogarin-matteoderricoTutti a Livorno! Facciamoci sentire!”. Il blog di Beppe Grillo chiama a raccolta gli attivisti pentastellati invitandoli a presentarsi domani, 30 novembre, in consiglio comunale per sostenere la giunta M5s, che da 18 mesi amministra la città, nella seduta più difficile, dopo due giorni di contestazioni dei lavoratori Aamps, l’azienda della raccolta rifiuti. All’ordine del giorno c’è la discussione sul concordato preventivo deciso dal sindaco Filippo Nogarin, che ha portato la città di Livorno ad essere invasa dai rifiuti.

Il sacro blog accusa, della vicenda, soprattutto Pd e Cgil. Aamps viene definita “una pentola che non deve essere scoperchiata”. Grillo invita tutti gli attivisti toscani “a sostenere Nogarin, la sua giunta e i nostri consiglieri comunali”.

La Cgil viene accusata invece di effettuare “terrorismo psicologico” dopo “anni di torpore” durante le gestioni Pd. “Sta terrorizzando i dipendenti paventando licenziamenti che sono esclusi dal mandato firmato dal sindaco”, scrive Grillo.

E l’invito del blog viene rilanciato dal gruppo consiliare grillino:

m5s-livorno-matteoderricoLivorno chiama Italia a 5 Stelle: Appello a tutti gli attivisti nazionali e locali del M5S: la città di Livorno ha bisogno del supporto di tutti.

A tutto il movimento 5 stelle lunedì ore 10.00 a Livorno si terrà il Consiglio Comunale, un Consiglio Comunale molto importante. La Cgil sta organizzando forme di lotta, con la coadiuvazione del PD, un po’ fuori misura e ci chiediamo: perché ?
L’ostruzione politica a regia PD per mezzo sindacale si oppone alla procedura di concordato preventivo in continuità aziendale attraverso la quale sarà possibile mantenere il posto di lavoro ai lavoratori e risanare l’azienda dal punto di vista economico-finanziario senza ricadute sui servizi e le attività, scongiurando la macelleria sociale dei servizi ai cittadini. I soliti noti attraverso la diffusione di notizie imprecise alimentano ansie timori e paure nei lavoratori giocando sui termini ricapitalizzazione e risanamento o concordato preventivo in continuità e concordato fallimentare che sono cose totalmente differenti ! Rifiuti e spazzatura per le strade della città riversate da chi ha interesse di spingere politicamente l’amministrazione a versare a random soldi pubblici dentro una struttura scolapasta perchè da risanare, procedendo con azioni assolutamente da deplorare e che fanno danno ai lavoratori e all’intera città
Non riuscirete ad intimidirci con minacce e ingiurie dietro la balaustra la città è con noi. Oramai ad urlare lì dietro siete sempre i soliti. Vi conosciamo per nome ma questa città è stanca delle vostre urla. Ci appelliamo a tutti gli attivisti che possono supportarci per contrastare i tentacoli di una casta prossima al tracollo. Hanno una paura da matti che passi il concordato preventivo in continuità per Aamps che sarebbe la fine delle clientele e del nepotismo. Salterebbe il piano nazionale PD nel far leva su Livorno per attaccare il M5S Nazionale ! La bandiera 5 Stelle deve sventolare il Piazza del Municipio…venite in massa !

Livorno chiama Italia.

Livorno è la prova del declino dell’utilità del Movimento 5 Stelle, con 500 posti di lavoro a rischio.

mader