ROMA, MINISINDACO 5 STELLE DEL XIV MUNICIPIO VINCE CONCORSO DA CAPOTRENO ATAC

image_pdfimage_print

Si sblocca il concorso interno in Atac per l’assunzione di 15 capitreno per la ferrovia Roma-Viterbo. Al primo posto dell’elenco c’è Alfredo Campagna, in arte “Alfredino”, conducente di tram e minisindaco M5S del Municipio XIV (proprio quello dove abita la Raggi nella borgata Ottavia). Campagna è amico e compagno di scuola del marito della sindaca Virginia Raggi.

Alfredino dunque lavora come ferroviere sulla Roma – Viterbo e partecipa al concorso interno per divenire capotreno.

La selezione era stata sospesa a suo tempo da dg di Atac Marco Rettighieri che poi se ne dovette andare dopo diverbi con l’assessora grillina ai Trasporti Linda Meleo, accusata da Rettighieri di ingerenze politiche proprio nella gestione dei dirigenti.

A renderlo noto è il sindacato Faisa Confail Lazio. «Dopo tutto questo caos che sta succedendo a Roma – dichiara Claudio De Francesco, segretario Faisa Confail Lazio – i manager di Atac nominati dalla giunta stessa fregandosene di tutto pensano a fare delle nomine. Proprio ieri, ad esempio, è uscita la graduatoria del concorso interno per i capitreno della Roma Viterbo che l’ex dg Rettighieri annullò e porto in procura. E la cosa ancora più sorprendente, è vedere al primo posto della lista un esponente della maggioranza che guida il Campidoglio, per di più una persona che ha incarichi amministrativi guidando un municipio, risultando in azienda stessa in distacco continuativo. A questo punto, o il concorso viene nuovamente annullato, oppure viene il sospetto che avesse ragione l’allora dg Rettighieri a fermare la procedura per possibili anomalie».

«Prima delle nomine, inoltre, ci sono questioni più urgenti – conclude il sindacalista – ad esempio a tutt’oggi ancora stiamo aspettando i turni per le festività quando al Natale mancano ormai pochissimi giorni, impedendo ai cittadini di conoscere le modalità del servizio di trasporto con un congruo anticipo e impedendo ai lavoratori di programmare il tempo da passare in famiglia sotto le feste».

mader
Fonte: Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *