ROMA, AI CITTADINI ESASPERATI IL IV MUNICIPIO INVIA RISPOSTE ISTERICHE

C’era una volta il MoVimento dalla parte dei cittadini, quello che dialogava con la cittadinanza e doveva portarne le istanze nel sistema. Poi venne la vittoria della Raggi, la fine dell’uno vale uno, la fine degli attivisti. Le critiche alla Raggi? Colpa dei giornalisti che inventano. A Roma tutto va male? E’ questione di percezione. Sui social? Vietato criticare. Le segnalazioni? Mandatele direttamente a noi e non ai giornali. Insomma, sono bastati 8 mesi per sgretolare i cardini del M5s, scrive il giornale online Roma to Day.

Ora si arriva all’assurdo, al non accettare le critiche che, con toni assolutamente garbati, arrivano via mail dai cittadini, elettori dello stesso MoVimento.

E’ quanto accaduto a Colli Aniene, nel IV municipio, dove una cittadina il 21 febbraio ha inviato una mail a vari destinatari dell’amministrazione locale. Dopo sette giorni arriva la risposta dell’assessore municipale Alessandro Pirrone. Lo scambio di mail è stato ieri reso pubblico dall’associazione Vivere Colli Aniene (senza trovare smentita alcuna) e mostra tutta l’insofferenza grillina a qualsivoglia critica.

Scrive la cittadina, elettrice del MoVimento

Da: Emanuela M.
A: presidenza.mun04@comune.roma.it girata all’Assessore Pirrone (21-2-2017)
Buongiorno,
Mi duole molto scrivere questa email, ma ormai a più di 8 mesi dal cambio di amministrazione è il caso di tirare un po’ le somme. Sono una cittadina che vive a Colli Aniene in via Bardanzellu, ho votato Roberta della Casa per la IV circoscrizione e sono molto delusa da questa mia scelta. La pulizia e la cura delle strade e dei giardini era il mio orgoglio e il mio vanto, ora mi vergogno ad invitare amici non di zona a casa. Il bordo dei marciapiedi e i giardini sono sempre pieni di sporcizia, foglie e aghi di pino. Cadono rami in continuazione, finchè non accadrà qualcosa e poi allora si faranno interventi straordinari. Basti vedere il giardino/spartitraffico che si trova tra Viale Bardanzellu 20/24 e il liceo Benedetto Croce, è stato pulito da noi cittadini, ma ora sta diventando nuovamente un mondezzaio. Nel giardino della scuola primaria Balabanoff è caduto un ramo di un albero da almeno 3 settimane, ancora non si è visto nessun intervento per rimuoverlo e mettere in sicurezza gli altri alberi. A proposito della scuola Balabanoff, dovevano iniziare dei lavori di manutenzione, cosa è stato fatto? Io non ho visto nulla. Quel poco che si riesce a mantenere in modo decoroso è grazie alla manutenzione fatta dai cittadini che per fortuna hanno buona volontà e si mettono al servizio del quartiere. Mi piacerebbe capire cosa impedisca questa nuova amministrazione di fare della manutenzione ordinaria che la vecchia amministrazione, tanto criticata da me, faceva regolarmente. Al peggio non c’è mai fine. Spero di ricevere una vostra risposta che mi illumini e magari mi faccia cambiare idea su questo mio pessimismo… magari avete delle motivazioni valide che io non conosco. Vi prego illuminatemi. Grazie

Con toni mai maleducati la cittadina chiede conto dei problemi che attanagliano il quartiere. Una cosa importante: Colli Aniene, da molti indicata come la Parioli del Tiburtino, in passato ha rappresentato un’eccellenza per la raccolta rifiuti (che ha raggiunto anche il 63%); all’interno del municipio IV il quartiere, in alcuni suoi quadranti, è sempre stato un esempio positivo di pulizia. Insomma, non parliamo di una periferia da sempre degradata.

Sette giorni dopo la mail della cittadina, Alessandro Pirrone, assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzione Stradale, Edilizia Scolastica, Ambiente, Sicurezza nel IV municipio, scrive una mail dai toni decisamente meno concilianti. Cosa importante: lo scambio di mail pubblicato dall’associazione non ha trovato smentita alcuna da parte delle istituzioni coinvolte.

Da: Alessandro Pirrone
Inviato: martedì 28 febbraio 2017 13:56
A: Emanuela M.
Cc: Roberta Della Casa
Oggetto: I: Giardini abbandonati e pulizia strade inesistente
Gentile Signora M., ci spiace davvero non averLa risvegliata in Svizzera in solo 8 mesi. Stiamo comunque cercando di risolvere problematiche che ci portiamo avanti da 8×30 mesi= 240 mesi= 20 anni. La sua zona è, come le altre, destinata alle cure e manutenzione da parte di AMA e Servizio Giardini. Supereremo con il tempo le difficoltà derivanti da alcuni mezzi guasti di AMA (ndr – ma sono sempre guasti questi mezzi AMA ?) che stanno facendo ritardare gli interventi e quelli del personale del Servizio giardini che da 1000 unità si è ridotto a circa 300 in tutta Roma e 15 in questo Municipio. Per quanto alla vecchia amministrazione cui Lei si riferisce, Le ricordo che ha partorito MAFIA CAPITALE, e se Lei era tanto contenta può serenamente fare dei passaggi a Rebibbia o Regina Coeli a portargli fiori e torte. Saluti Cordiali. AP

In un’altra mail poi aggiunge

Da: Alessandro Pirrone
Date: 28 febbraio 2017 13:59
Oggetto: R: Giardini abbandonati e pulizia strade inesistente
A: Emanuela M.
Mi scusi, dimenticavo della Balabanoff: domani il Servizio Giardini – tempo e rivoluzioni permettendo – interverrà sul verde e sul decoro, mentre per i lavori di ristrutturazione siamo in procinto di affidare i lavori. Con stima e considerazione. In caso di ulteriori necessità non esiti a contattarci. AP

E Antonio Barcella, che dell’associazione che ha reso pubblico lo scambio di mail è il presidente, si scaglia contro l’assessore: “Caro assessore Alessandro Pirrone”, scrive, “quello che ha scritto Emanuela è quello che pensano tanti residenti del tiburtino. Forse dal suo scranno non riesce a vedere il totale immobilismo della sua amministrazione e il peggiorare progressivo della situazione generale di strade, giardini e scuole. Tutte attività di sua competenza sulle quali stiamo aspettando la svolta annunciata e mai vista. Le giustificazioni sui mezzi AMA guasti e sullo scarso personale del Servizio Giardini non stanno in piedi. Lei è stato eletto per far funzionare i servizi e per fare in modo che chi debba svolgerli rispetti gli impegni e, nel caso di AMA, i contratti firmati con l’amministrazione capitolina. Un’ultima domanda, prima di pubblicare la cronologia e il testo delle mail scambiate con la lettrice, voglio porgerla io: “Dove sono finiti i report delle ispezioni della Commissione russa sulla staticità degli edifici scolastici che proprio lei aveva annunciato di rendere pubblici e invece sono coperti da un silenzio imbarazzante?” Se ci fornisce una risposta saremo lieti di pubblicarla anche se conterrà le solite frasi arroganti e deliranti o la usuale giustificazione atta solo a prendere tempo. Magari ci starebbero bene anche le sue scuse alla signora Emanuela”.

La replica dell’assessore – tra l’altro laureato in in Pace e trasformazione dei conflitti ed esperto di disaster management – imbarazza tutto il Movimento del municipio IV. Così sono i consiglieri a dover intervenire, bacchettando l’assessore:

“Il ruolo rappresentativo di tutte le forze democraticamente elette deve essere rispettoso delle opinioni di tutti i cittadini anche laddove fossero critiche. Il gruppo M5S Roma IV rimane schierato dalla parte dei cittadini”.

Nicolo’ Corrado (Pd), presidente commissione trasparenza: “Dopo la cacciata dell’assessore al bilancio perché incinta, dopo la nota bavaglio e il consiglio bavaglio imposti dalla giunta grillina al gruppo municipale a 5 stelle, i membri della maggioranza del consiglio del IV Municipio battono un colpo dopo 8 mesi da passacarte”.

mader
Fonte: Roma to Day

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *