ROMA A 5 STELLE: REVISORI BOCCIANO IL BILANCIO. LEMMETTI: “FANNO POLITICA”

image_pdfimage_print

Il collegio dei revisori dei conti ha bocciato il bilancio consolidato del Campidoglio. A quanto si apprende il parere negativo sarebbe arrivato in mattinata. L’obiettivo dell’amministrazione a Cinquestelle era approvare in aula entro domani il bilancio consolidato che annovera anche i conti in rosso di Atac e anche il bilancio di Ama.

L’Oref nelle conclusioni della sua relazione non ritiene che “le risultanze esposte nel bilancio rappresentino in modo veritiero e corretto la reale consistenza economica, patrimoniale e finanziaria del gruppo amministrazione pubblica di Roma Capitale ed esprime parere non favorevole all’approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2016”. I revisori invitano l’ente ad “adottare i provvedimenti di competenza potenziando le strutture preposte al controllo e alla verifica dei rapporti con le società partecipate”.

L’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti, ha detto però che “il parere dell’Oref sul bilancio consolidato non è vincolante, quindi andiamo in Aula”.

“Approveremo il bilancio consolidato. Oref fa politica – ha scritto su Fb l’assessore al Bilancio di Roma Lemmetti -. La nostra amministrazione approverà il Bilancio consolidato 2016 di Roma Capitale. E non si farà fermare da chi approfitta del suo ruolo tecnico per esprimere giudizi politici che non gli competono”. “Giunta e maggioranza M5S andranno avanti compatti nel dare via libera al Bilancio consolidato entro la scadenza di legge del 30 settembre”.

“Alcune delle osservazioni e criticità presenti nella stessa relazione – si legge nelle controdeduzioni – sono state evidenziate, affrontate e risolte sia nella documentazione a corredo della proposta deliberativa, sia esplicitate in sede di incontri avuti con l’organismo stesso per cui risulta non giustificabile (e quindi immotivabile) il giudizio finale a cui è pervenuto il collegio”. Nella relazione si ritengono “superati i rilievi fatti dall’Oref” prendendo atto che “il bilancio consolidato 2016 parte dalle risultanze approvate in sede di rendiconto 2016 con il parere favorevole dell’Oref”.

“Ritengo non giustificabile il giudizio finale a cui è pervenuto il collegio (dei revisori contabili, ndr) – ha detto intervenendo in Aula, riunita sul bilancio consolidato 2016, il ragioniere generale del Campidoglio Luigi Botteghi -. L’assemblea capitolina ha approvato il rendiconto 2016 e le risultanze sono riportate nel bilancio consolidato che è una rappresentazione dei valori già deliberati da questa assemblea che devono essere integrati, consolidati con le società”. “L’obbligo di riconciliazione (delle partite debitorie e creditore, ndr) è stato sancito – ha aggiunto il ragioniere generale – con un decreto legge del 2012, tale prescrizione è stata puntualmente disattesa negli anni. Solo quest’anno con bilancio consolidato si è dato inizio alla vera a propria attività di riconciliazione”.

mader
Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *