RETROMARCIA DI GRILLO SULLE UNIONI CIVILI, LA BASE M5S INSORGE: “NON TI VOTIAMO PIÙ”

image_pdfimage_print

Beppe_Grillo-matteoderricoBeppe Grillo dal blog ordina ai suoi parlamentari libertà di coscienza, sulla cosiddetta stepchild adoption e sul disegno di legge nel suo complesso, in vista dell’inizio delle votazioni sul ddl Cirinnà sulle unioni civili.

“Nel disegno di legge è prevista la stepchild adoption, letteralmente adozione del figliastro, per le coppie omosessuali. Questo è il punto in cui le sensibilità degli elettori, degli iscritti e dei portavoce Movimento 5 Stelle – ricorda la nota – sono varie per questioni di coscienza. Nella votazione online che si è svolta a ottobre 2014 non era presente alcun accenno alle adozioni e gli iscritti del M5S non hanno potuto dibattere su questo argomento specifico”.

“In seguito alle tante richieste da parte di elettori, iscritti e portavoce M5S su questo tema etico si lascia pertanto libertà di coscienza ai portavoce M5S al Senato sulle votazioni agli emendamenti della legge Cirinnà e alla legge nel suo complesso anche se modificata dagli emendamenti. Non si fa ricorso a un’ulteriore votazione online – conclude il post – perché su un tema etico di questa portata i portavoce M5S al Senato possono comunque, in base ai dettami della loro coscienza, votare in maniera difforme dal Gruppo qualunque sia il risultato delle votazioni”.

“Su Cirinnà Grillo non assicura più i voti M5S – scrive il leader di Ncd, Angelino Alfano, su Twitter – Si riapre la partita. Potrebbe saltare l’intera legge. Bene, scenario molto interessante”.

I dubbi sul blog di Grillo non mancano. Ci sono gli entusiasti (“decisione giustissima”), ci sono i complottisti (“i soliti troll”). Ma ci sono anche quelli che, in tanti, esprimono perplessità, critiche e anche qualcosa in più sul blog di Beppe Grillo dopo l’annuncio di stamattina sulla libertà di coscienza ai senatori M5S nelle votazioni sul Ddl Cirinnà.

Alfio: “Se non votate la stepchild adoption ritiro la mia iscrizione al Movimento e non voto più fino alla fine dei miei giorni. Non voglio morire democristiano. Ossequi.”

Matteo: “Che delusione questa giravolta. Degna di tutti gli altri partiti. Bye bye.”

(A)rjцna: “Un disastro ferroviario, i nodi al pettine. La prima onestà si chiama trasparenza, questo invece è paraculismo estremo. I “portavoce” eh? Puah! Il momento in cui ha cessato di essere extraparlamentare è stato l’inizio della fine. Cazzo volete che rosichi il PD?”

Michele: “bye bye siete pazzi”

Giulk: servi del Vaticano fate schifo

Daniele: “Vergona! Ma come? sino a ieri dicevate che non avreste votato il ddl Cirinnà se fosse cambiato di una virgola ed ora???
Venduti… eravate l’ultima speranza di laicità di questo paese ridicolo venduto al Vaticano.
Da che parte state? Chi siete? Mi spaventate preferisco un Giovanardi, Meloni ecc ecc perché si mostrano per quello che sono e di conseguenza non avranno mai il mio piccolo sostegno, ma Voi?? A che gioco state giocando? Sulle spalle di tanti cittadini che credevano in qualcosa di diverso.
Sconcertato e deluso. Grazie Beppe.. anche se realmente dovrei ringraziare chi detiene il potere, Grazie CEI di farmi vivere in un Paese dove mi fa sentire estraneo ed espulso. Dovrei chiedere diritto di asilo in un altro Paese. Un permesso di soggiorno per motivi umanitari. Rimedia a questo errore e metti alle votazioni la strada da intraprendere. Se poi sei stanco levati dai C… e basta. Di Maiooooo ti ammiravo tanto, tantissimo ti vedevo come presidente del Consiglio… Ti vedevo.. ma ora so che sei solo una marionetta nelle mani di chi detiene il potere ovvero il Vaticano per intercessione di Don Casaleggio e Don Grillo.”

Mario: Vergogna! Questi si chiama paraculismo. Non si gioca con i diritti delle persone.

Emanuele: “beppe vai a fare quello che sei”

Giovanni: “la solita cazzata calata dall’alto. Fate votare la base per qualcosa che abbia un senso invece di fare gli omofobi del cazzo!

Vergogna, state facendo a gara con la Lega per chi è meno tollerante. M5S inutile!”

Thomas: “Più coglione io che vi ho pure votati. Che delusione…”

Massimiliano: “Una sola parola……………VERGOGNA!!”

Valter: “Vergognati, pavido e scaltro politico che non sei altro”

Claudio: “Per quanto vi possa interessare, il mio voto lo avete perso !”

“‪#‎IOvotoSI‬” è l’hashtag lanciato su Facebook dalla senatrice del M5S Paola Taverna. A corredo della sua decisione, la Taverna aggiunge un passo di Sant’Agostino: “Sia che tu taccia, taci per amore. Sia che tu parli, parla per amore. Sia che tu corregga, correggi per amore. Sia che tu perdoni, perdona per amore. Sia in te la radice dell’amore, poiché da questa radice non può procedere se non il bene. Ama e fa ciò che vuoi”.

mader
Fonte: AdnKronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *