REFERENDUM: PREMIO NOBEL CONTRO PREMIO OSCAR

Bonsai di Sebastiano Messina

Perché Benigni? Perché solo lui non può dire “voterò Si” senza diventare il bersaglio di un variopinto battaglione che va da Dario Fo a Maurizio Gasparri? Chi ha letto la sua intervista a Ezio Mauro ha colto di sicuro la ricerca di una risposta razionale e insieme rispettosa e garbata: il cuore batte per il No, la testa mi dice di votare Si. Ma non è bastato. Ora dovrebbe stupire, che la critica più violenta gli sia arrivata da un altro grande attore, Dario Fo – un premio Nobel contro un premio Oscar – che arriva a parlare di “tradimento” e prevede che “sarà ripagato” (come se fosse Benigni ad avere bisogno della tv, e non viceversa). E invece, purtroppo, l’avevamo già capito, che su questo referendum soffia il vento dell’intolleranza, e chi sta dall’altra parte è solo un traditore. Prepariamoci al peggio.

mader
Fonte: la Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *