RAGUSA A 5 STELLE: COMUNE COMMISSARIATO PER L’APPROVAZIONE DEL RENDICONTO 2016

image_pdfimage_print

Il Comune 5 Stelle di Ragusa, amministrato dal sindaco Federico piccitto, è stato commissariato dalla Regione Siciliana per la mancata approvazione del Rendiconto 2016.

Con decreto n. 240 del 7 agosto scorso l’Assessore delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, Luisa Lantieri, ha nominato un commissario per la predisposizione e l’approvazione del rendiconto di bilancio 2016 alla data del 31 luglio 2017.

Il dott. Girolamo Ganci, indicato commissario ad acta, dovrà verificare se sia stato o meno predisposto lo schema di rendiconto di gestione. In assenza della predisposizione del documento contabile il commissario diffiderà il sindaco a convocare la giunta per l’adempimento. In difetto il commissario regionale provvederà a sostituirsi per l’approvazione.

Immediata la reazione della consigliera Sonia Migliore del Laboratorio politico 2.0:

Comune commissariato e bloccate le assunzioni,: “Amministrazione grillina si congeda con disonore”.

“Abbiamo letto sui giornali la storia dei dieci posti da stagionali dei Vigili Urbani messi a concorso dal Comune di Ragusa, con assunzione e bando revocati un’ora prima che venissero firmati i contratti, giustificando il dietro front con “sopraggiunte nuove normative” che avrebbero impedito l’assunzione. Solo un’altra bufala dei grillini iblei!”. Così il Consigliere comunale e portavoce del Laboratorio politico 2.0, Sonia Migliore, che svela: “Non è sopraggiunta nessuna “nuova” normativa. La verità è un’altra: nell’approvazione del Conto consuntivo del 2016, approvato dal Comune di Ragusa in netto ritardo, sono mancati due atti importantissimi. Si tratta del Conto economico e dello Stato patrimoniale dell’Ente, la cui mancata presentazione al Consiglio comunale e quindi la non approvazione entro il 31 luglio comporta l’applicazione delle misure previste dall’art. 9 comma 1-quinquies del decreto legge n 113 del 24 giugno 2016, convertito in legge ad agosto dello stesso anno. Tali disposizioni prevedono, tra le altre cose, il blocco delle assunzioni, di qualsiasi tipo. Ora, cosa c’è di “nuovo” rispetto a una norma di un anno prima non riusciamo a capirlo. Non è che la norma è “sopraggiunta” nelle ultime ore e allora l’Ente è stato costretto a inchinarsi a volontà superiore, anzi! Al Comune, sindaco Piccitto e assessore Martorana in primis, si sapeva benissimo che la mancata approvazione di quei due strumenti avrebbe portato conseguenze negative e gravi! Lo sapevano loro e glielo abbiamo ripetuto più volte noi in Consiglio comunale, avvertendoli del rischio che correvano e nel quale, come previsto, sono caduti”.
“Infatti, a proposito di effetti negativi generati dall’improvvida gestione del Comune da parte dei 5 Stelle – continua Migliore – è giusto che i cittadini sappiano che tra queste conseguenze c’è pure il commissariamento ad acta che, puntualissimo, è arrivato il 7 agosto da parte dell’Assessorato regionale alle Autonomie Locali”.
“Ecco un altro successo del sindaco Piccitto, della sua Giunta e della maggioranza grillina – conclude l’esponente del Lab 2.0 – assunzioni bloccate e commissariamento, l’amministrazione a 5 stelle si congeda con disonore”.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *