QUANDO LA ONOREVOLE 5 STELLE CORDA DICEVA CHE IL KAMIKAZE DELLA STRAGE DI NASSIRIYA FU UNA VITTIMA

La deputata del Movimento 5 Stelle Emanuela Corda, il 12 novembre 2013, in Aula alla Camera, nel commemorare il decennale della strage di Nassiriya in cui sono rimasti uccisi 19 italiani aveva affermato:

“Tutti noi ricordiamo commossi i 19 italiani deceduti in quell’attacco kamikaze, e oggi siamo vicini ai loro familiari; a volte ricordiamo anche i 9 iracheni che lavoravano nella base italiana, ma non troppo spesso. Nessuno ricorda però il giovane marocchino che si suicidò per portare a compimento quella strage: quando si parla di lui, se ne parla solo come di un assassino, e non anche come di una vittima, perché anch’egli fu vittima oltre che carnefice”, scatenando vivaci proteste.
Nell’attuale legislatura Emanuela Corda è la capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Difesa alla Camera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *