PIZZAROTTI: NON SONO IO A ROMPERE CON M5S. TENDO LA MANO PER L’ULTIMA VOLTA, MA A MOVIMENTO SERVE SCATTO MATURITÀ

image_pdfimage_print

Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha replicato su Facebook al direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, che nel suo editoriale di oggi ha lanciato una sorta di appello alla pace fra lui e Beppe Grillo.

Il primo cittadino emiliano, sospeso dal Movimento ufficialmente per aver tenuto nascosta la notizia dell’avviso di garanzia che lo ha raggiunto in relazione alla vicenda delle nomine del Teatro Regio, ha sottolineato di aver “teso la mano due volte” negli ultimi giorni. Prima “rispondendo all’anonimo staff chiedendo di palesarsi, poi delucidazioni sul regolamento che non esiste, infine ribadendo di essere pronto a parlare con il responsabile dei Comuni (Luigi Di Maio, ndr)”. Il Movimento gli ha risposto con la sospensione, ma, ha osservato ancora Pizzarotti, la seconda mano l’ha tesa “proponendo un chiarimento assieme a tutti i parlamentari in una assemblea in streaming”. Anche qui “la risposta è stata ‘non se ne fa nulla’”.

Il sindaco di Parma si dice “disposto a tendere per la terza e ultima volta la mano, in nome di tutti i consiglieri e attivisti che quotidianamente si fanno il mazzo in giro per l’Italia”. La sua proposta è di “riscrivere assieme regole, organizzazione e modus operandi” e di farlo “discutendo tutti insieme, sindaci, consiglieri, parlamentari, come propongo da anni”.

Alle sue osservazioni, ha sottolineato Pizzarotti, “spesso si risponde ‘vattene, sei del Pd’. Ecco, Marco – ha aggiunto rivolgendosi a Travaglio – questa non è serietà, non è responsabilità, non è discussione. Al contrario, è la morte del dialogo”. Dopo aver ricordato di aver personalmente “contribuito a far crescere il Movimento” e di essere stato presente “quel giorno di tanti anni fa” al Teatro Smeraldo “nel luogo simbolo in cui il Movimento è nato”, Pizzarotti è tornato a prendere di mira gli esponenti del direttorio: “Chi oggi mi risponde con banalità e facilonerie, in quel momento dove era?”, si è chiesto il sindaco.

Secondo Pizzarotti “a questa martoriata Italia serve l’energia innovativa del Movimento 5 Stelle, ma al Movimento 5 Stelle serve uno scatto di maturità”. Conclusione nuovamente dedicata al direttore del Fatto: “Alla luce di ciò – ha detto Pizzarotti – non mi si venga a dire, non si venga più a dire caro Marco, di non aver teso ancora una volta la mano”.

mader
Fonte: Askanews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *