PAOLO BERDINI AUTOSCIOGLIE LA “RISERVA” E LASCIA LA GIUNTA RAGGI

image_pdfimage_print

L’assessore all’urbanistica di Roma, Paolo Berdini, ha lasciato definitivamente l’incarico: “Ora le mie dimissioni sono irrevocabili”, ha scritto in una nota. Berdini si stava occupando, tra le altre cose, del delicato dossier dello stadio della Roma. L’urbanista era finito davanti ai riflettori per avere espresso giudizi poco lusinghieri (riportati dalla “Stampa”) sulla sindaca della capitale, Virginia Raggi.

In un primo tempo aveva offerto le dimissioni alla sindaca la quale le aveva respinte “con riserva”. Il successivo deterioramento dei rapporti, tra l’altro per nuovi particolari emersi della conversazione tra Berdini e il giornalista della “Stampa”, hanno portato alle dimissioni odierne, appunto definite dall’urbanista “irrevocabili”.

“Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l’emergenza abitativa, l’unica preoccupazione sembra essere lo Stadio della Roma. Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell’urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma”.

E’ quanto si legge anche nella nota di Berdini. “Era mia intenzione – ha scritto inoltre – servire la città mettendo a disposizione competenze e idee. Prendo atto che sono venute a mancare tutte le condizioni per poter proseguire il mio lavoro.

Ringrazio coloro che hanno collaborato con me e le tante persone che mi hanno sostenuto in questi mesi di duro impegno. Da questo momento le mie dimissioni sono irrevocabili”, ha concluso

mader
Fonte: Aska News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *