DI MAIO INCIAMPA SUL JOBS ACT E VIENE GELATO DAGLI IMPRENDITORI

image_pdfimage_print
Luigi Di Maio in visita alla Enigeneering Pandozy, azienda di software di Brescia con 9.000 dipendenti e 50 sedi in tutto il mondo, inciampa sul Jobs Act. Lo riferisce il Messaggero.

“Il Jobs Act è un ripiego che ha permesso un downgrading dei contratti”, ha detto Di Maio, polemizzando con la legge che ha portato negli ultimi anni a un aumento delle assunzioni. Per l’azienda con più di 9mila dipendenti e circa una cinquantina di sedi tra Italia ed estero, però, non è così. E da lì la polemica con il pentastellato.
“Grazie al Jobs Act – è stata la risposta dei titolari dell’azienda – abbiamo potuto assumere tremila persone e abbiamo sciolto solo due contratti. Gli imprenditori non si divertono a licenziare. È che in Italia non c’è dinamismo nel mondo del lavoro e non bisogna creare gabbie, ma, anzi, liberare il mercato”.
Fonte: Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *