M5S: I VERI RISULTATI DELLE ELEZIONI, PERDE OVUNQUE

image_pdfimage_print

m5s-bandiera-matteoderricoIn risultati assoluti il Movimento 5 Stelle perde ovunque, anche con percentuali altissime, rispetto alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013.

A Roma dai 436.340 voti delle politiche 2013 agli attuali 412.285 – 24.055 voti in meno (- 5,51%);

A Milano da 121.408 a 52.376 – 69.032 voti in meno (- 56,85%);

A Napoli da 110.570  a 35238 – 75.332 voti in meno (- 68,13%);

A Bologna da 43.636 a 28.136 – 15.500 voti in meno (- 35,52%);

A Torino da 128.149 a 107.680 – 20.469 voti in meno (- 15,97%);

A Cagliari da 24.642 a 5.980 – 18.662 voti in meno (- 75,73%);

A Trieste da 33.096 a 13.155 – 19941 voti in meno (- 60,25%).

Anche se non si può paragonare il voto politico a quello amministrativo è legittimo chiedere dove sono finiti queste centinaia di migliaia di elettori fuggiti in soli 3 anni? Perché hanno preferito astenersi, o addirittura votare contro Grillo?

Sui 1.342 comuni in cui si è votato il M5S si è presentato solo in 251 comuni.  Otto capoluoghi di Regione (Bologna, Bolzano, Cagliari, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste) e dieci capoluoghi di provincia (Benevento, Brindisi, Carbonia, Cosenza, Crotone, Grosseto, Novara, Olbia, Pordenone, Savona).

Il partito di Grillo e Casaleggio su 25 comuni capoluogo dove si è votato solo in 3 andrà al ballottaggio. Roma, Torino e Carbonia.

mader

15 pensieri riguardo “M5S: I VERI RISULTATI DELLE ELEZIONI, PERDE OVUNQUE

  • 6 Giugno 2016 in 20:45
    Permalink

    E se non ci fosse stato un travaso massiccio dei voti di ex forzisti sarebbe stato anche peggio.oggi possiamo dire che la vittoria di Pirro che hanno ottenuto si tinta di azzurro forza italia

    Risposta
  • 7 Giugno 2016 in 7:19
    Permalink

    Bell’articolo …ora lo stampo su carta morbida e mi ci pulisco il culo per dargli un utilità …

    Risposta
    • 7 Giugno 2016 in 12:22
      Permalink

      Attento che li ci sono pure i voti di Berlusconi, di Salvini e della Meloni.

      Risposta
    • 7 Giugno 2016 in 12:53
      Permalink

      liberissimo di farlo, anche se sarebbe stato meglio scrivere utilità preceduta da un articolo indeterminativo (femminile) dotato di apostrofo.

      Risposta
  • 7 Giugno 2016 in 8:20
    Permalink

    Ed il PD? Le metti le percentuali del suo (meritato) “successo”?
    Ahahahahahaha….grazie per le risate mattutine

    Risposta
    • 7 Giugno 2016 in 12:20
      Permalink

      E sempre un piacere far ridere più di un comico.

      Risposta
  • 7 Giugno 2016 in 8:57
    Permalink

    Scusa ma che modo di comparazione è? O le compari con le stesse elezioni amministrative precedenti (cosa più logica) o le compari con le ultime elezioni in ordine di tempo che in molti casi sono le regionali. Compararle con il 2013 è sbagliato, secondo me; come si fa a mettere in relazione le amministrative con le politiche che sono elezioni diversissime? Perchè non hai fatto la comparazione con il referendum monarchia-repubblica? O con le politiche del 76? ;-). E poi noto che sei “leggermente” contro il Movimento quindi sei credibile come una banconota da 30 euro. Buona giornata.

    Risposta
    • 7 Giugno 2016 in 12:19
      Permalink

      Basta leggere con attenzione, è scritto: “Anche se non si può paragonare il voto politico a quello amministrativo è legittimo chiedere dove sono finiti queste centinaia di migliaia di elettori fuggiti in soli 3 anni? Perché hanno preferito astenersi, o addirittura votare contro Grillo?”
      Buona giornata a Lei.
      P.S.: Una banconota da 30 euro è meno di metà banconota da 80 euro.

      Risposta
      • 7 Giugno 2016 in 12:39
        Permalink

        Sbagliato il tuo metodo non per il fattodi paragonare elezioni diverse che sstatisticamente ci può stare. Tu paragoni i numeri dei voti quini devi anche specificare il numero dei votanti delle politiche e di qst amministrative perché mi sa che alla fine i voti mancanti del m5s siano elettori astenuti perché il m5s a roma soprattutto ha guadagnato in termini percentuali. Paragonando il numero di voti come fai tu , hanno perso tutti e hanno vinto gli astenuti, ancora una volta sempre di più.

        Risposta
        • 8 Giugno 2016 in 7:33
          Permalink

          A maggior ragione. Delusi anche gli elettori del M5S?

          Risposta
    • 8 Giugno 2016 in 13:13
      Permalink

      Inoltre le politiche riguardano tutta Italia mentre le amministrative una parte. Paragone improponibile.

      Risposta
  • 7 Giugno 2016 in 9:55
    Permalink

    Veramente sono 4 Comuni conquistati e 20 in ballottaggio I numeri che hai messo a confronto sono del tutto inconsistenti: il classico mischiare pere e mele. Come si possono fare percentuali suo numeri dei voti se non si fanno rapporti con il numero dei votanti? Guardi le percentuali raggiunte tra le precedenti amministrative ( sia del M5S sia del PD) e le confronti : è un calcolo semplice…. può riuscirci anche lei

    Risposta
    • 7 Giugno 2016 in 9:56
      Permalink

      Ah…. c’è pure la censura ai commenti che scriviamo? Bene….

      Risposta
  • 7 Giugno 2016 in 10:22
    Permalink

    Articolo interessante
    Ma sarebbe da fare lo stesso lavoro anche con tutto gli altri partiti
    …giusto per avere tutta la situazione sotto controllo…

    che ne pensa..?

    Risposta
    • 8 Giugno 2016 in 11:10
      Permalink

      Forse perchè il M5* è l’unico che stà facendo milioni di post in tutti i siti e i social, “vantando” la grande vittoria ottenuta?

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *