M5S AL VIMINALE PER PRESENTARE IL SIMBOLO CON IL FURGONE LASCIATO IN DIVIETO DI SOSTA

image_pdfimage_print
Luigi Di Maio, Beppe Grillo e Davide Casaleggio al Viminale per consegnare il simbolo del Movimento per le elezioni politiche. E il mezzo con cui sono arrivati è rimasto fermo per due ore senza che nessuno lo abbia multato.

La “fase adulta del M5S” è iniziata con un’infrazione del codice della strada. Questa mattina, mentre il leader del Movimento Beppe Grillo depositava al Viminale il nuovo simbolo per le elezioni politiche, il van nero del rally tour M5S è rimasto in divieto di sosta di fronte al Ministero dell’Interno, proprio all’altezza della fermata dei bus. Una ‘gaffe’ che non è passata inosservata in una giornata in cui gli occhi sono tutti puntati proprio sui pentastellati.
Quasi due ore trascorse tra sorrisi, battute e l’inevitabile attesa burocratica che accompagna questi passaggi formali. Nel frattempo, però, il pulmino con cui i tre sono arrivati al ministero dell’Interno è rimasto comodamente parcheggiato alla fermata del bus. Nessuno ha sentito la necessità di spostarlo, nessun vigile è arrivato per multarlo, i bus, ammesso che siano passati, hanno proseguito come se niente fosse.

Fonte: Il Foglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *