LO SVARIONE DELLA VICEMINISTRA 5 STELLE LAURA CASTELLI SULL’IRES

image_pdfimage_print
La viceministra all’Economia e alle Finanze, l’onorevole pentastellata Laura Castelli, laureata in laureata in Economia Aziendale, durante una diretta Facebook per illustrare i dettagli del decreto Crescita ha voluto spiegare la mini-mini-Ires.

La Castelli per non sbagliare ha scritto degli appunti su un foglio. Infatti dice: “mi sono appuntata un po’ di cose perché è un testo molto corposo che ha quasi cinquanta articoli”. “Noi avevamo messo la mini-Ires dentro la legge di bilancio che siamo riusciti ancora a ridurre come tassazione addirittura di nove punti percentuali, quindi una mini-Ires ancora più mini per quei redditi che arrivano fino a 65mila, quelli dei professionisti”.
Ancora  una volta la viceministra è inciampata in una gaffe. L’Ires, infatti, è l’imposta sul reddito delle società e non riguarda i singoli professionisti che vivono nel regime fiscale della partita Iva, a meno che non decidano di creare e fondare una società. Ma questa è un’ovvietà dato che c’è una bella differenza tra professionista e azienda.
E poi la reclamizzata riduzione del 9% è, in realtà, solo del 3,5%.
Fonte: Giornalettismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *