LICENZIATA ROSANNA LAU, LA CONSIGLIERA GRILLINA DI CIVITAVECCHIA CHE “SE L’È CERCATA”

image_pdfimage_print

ROSANNA-LAU“Se l’è cercata”. Questo il commento su facebook della delegata del sindaco di Civitavecchia e consigliere M5s Rosanna Lau a proposito della donna uccisa a Parma dal compagno.

Il riprovevole post, che la consigliera grillina ha scritto e dopo poche ore cancellato M5s ha scatenato sulla rete un’ondata di indignazione sul tema del rispetto delle vittime del femminicidio.

Il commento su Facebook di Rosanna Lau, la delegata del sindaco di Civitavecchia e consigliere M5s Rosanna Lau, a proposito della donna uccisa a Parma dal compagno circa una settimana fa. +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ ++HO - EDITORIAL USE ONLY ++

Il post è stato duramente criticato dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti:

“La signora Rosanna Lau, che ho il piacere di non conoscere, delegata del mio collega sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino (che ha preso subito le distanze), ha proferito frasi imperdonabili su Alessia, la donna barbaramente uccisa a Parma. Frasi di cui questa signora si dovrebbe vergognare all’istante. Il femminicidio è un crimine contro i diritti e contro l’umanità. Nessuno, nessuno, può permettersi di infangare la memoria di chi ha perso la vita così tragicamente. Si vergogni per quello che ha detto, e chieda scusa alla memoria di Alessia e a ‪#‎Parma‬”.

pizzarotti-fbAnche il capogruppo del M5S in consiglio a Parma, Marco Bosi, ha stigmatizzato la dichiarazione della delegata del sindaco di Civitavecchia:

“Penso che queste affermazioni siano talmente idiote che non ci sarebbe neanche bisogno di precisare che mi dissocio categoricamente. Il ragionamento ‘se l’è cercata’ è quanto di più maschilista possa esistere. Stupisce ancora di più che arrivino da una donna. Le vittime non hanno mai colpa, che si tratti di omicidi, botte o violenza sessuale. Purtroppo temo che questi atti non finiranno fintanto che ci sarà qualcuno pronto a giustificarli”.

Non è stata la prima volta per la consigliera del Movimento 5 Stelle. Già in passato in realtà era finita al centro della polemica: sempre su Facebook, quando in via dei Fori Imperiali a Roma i sampietrini erano stati sostituiti dall’asfalto aveva scritto: “Ma impiccateli tutti a Piazza Venezia”. E in occasione delle elezioni comunali del 2014 quando era stato eletto sindaco proprio Cozzolino, anche lui del M5S, la Lau aveva commentato: “A Civitavecchia c’è la mafia che non spara, quella più subdola, quella che ha profonde radici, quella difficile da estirpare. Il 67% ha voluto il cambiamento, cittadini di tutte le forze politiche, cittadini onesti, poi c’è il 37% di persone che con la politica marcia ci hanno mangiato, ci mangiano e ci mangeranno con la forchetta d’ oro. Questi sono il vero cancro di Civitavecchia i complici”. In quell’occasione alcuni esponenti politici avevano chiesto al primo cittadino di ritirarle la delega.

È dovuto intervenire anche il sindaco di Civitavecchia, il grillino Antonio Cozzolino, che ha ritirato la delega alla consigliera: “Prendo le distanze da quanto erroneamente dichiarato dalla mia ex delegata alle problematiche del mercato Rosanna Lau – scrive Cozzolino – Rosanna, che è una brava persona e che in questa amministrazione ha lavorato a titolo gratuito nell’interesse della collettività, ha effettuato delle esternazioni che non possono neanche lontanamente essere condivise. Ognuno nel Movimento 5 Stelle si prende le responsabilità di ciò che dice a titolo personale ma tali frasi sono gravi e da stigmatizzare”.

“La violenza è sempre da condannare, a prescindere dal colore e dalla razza di coloro che la commettono – aggiunge il sindaco – Rosanna mi ha comunicato la sua intenzione di presentare le dimissioni lunedì ed io le accetterò, ringraziandola per quanto di buono fatto finora riguardo le problematiche del mercato”.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *