LE VIGNETTE DI RIMA: LIVORNO SENZA STADIO AI PLAY OFF!?!? – DIVENTA UN CASO

image_pdfimage_print

RiMa

Il Comune di Livorno, amministrato dai 5 Stelle, per il 14 maggio ha concesso lo stadio all’associazione “Volare senz’ali” senza verificare il calendario di Lega Pro e rischiando di ritrovarsi addirittura senza stadio per il debutto ai playoff del Livorno calcio.

Succede anche questo – scrive Alessandro Bernini sul Tirreno. Il calendario dei playoff parla chiaro: il Livorno arrivando tra il terzo e il quinto posto (posizione ormai sicura), doveva giocare il primo turno in casa domenica 14 maggio. Già, “doveva”. Ma in realtà si è scoperto che per quella data l’ufficio sport del Comune aveva già concesso l’Armando Picchi all’associazione “Volare senz’ali”, una onlus che si occupa di bambini con gravi disabilità. Insomma, una iniziativa benefica di fronte alla quale bisogna togliersi tanto di cappello.

Ma come si è arrivati a questo punto. La richiesta di “Volare senz’ali” risale a molti mesi fa”, e in quei giorni l’esito del campionato del Livorno Calcio era era un punto interrogativo. Probabilmente si è guardato il calendario, si è visto che il 30 aprile era l’ultima giornata del campionato di Lega Pro, e dunque si è dato il via libera alla concessione dello stadio dalla settimana seguente, senza pensare all’ipotesi playoff. Tant’è che lo stadio è stato concesso anche per la giornata di domenica 7 maggio a una associazione che raccoglierà soldi per il Pronto Soccorso.

Va detto che l’associazione “Volare senz’ali” già da 5 anni manda in scena questa bella iniziativa insieme all’ Associazione Italiana Persone Down e a Disabilandia. E la macchina organizzatrice si è mossa da tanti mesi, per portare più persone possibile allo stadio, con diverse iniziative di contorno. Insomma, non si può spostare la data di questa iniziativa.

Ma neanche si può spostare la data della partita del Livorno Calcio, perché nei playoff la Lega difficilmente concede deroghe vista anche la vicinanza delle partite.

E quindi? Ieri sera l’assessore allo sport Andrea Morini era dispiaciuto. «Purtroppo c’è stata una falla nel meccanismo che porta alla concessione dello stadio per queste iniziative tra maggio e giugno. E ora stiamo cercando una soluzione che possa risolvere il problema».

Il Livorno resta in attesa forte della concessione dello stadio, anche le associazioni però si sentono forti dell’accordo firmato per l’utilizzo dello stadio nella data di domenica 14 magio. «Non possiamo togliere lo stadio al Livorno Calcio – aggiunge Morini – per cui stiamo cercando delle soluzioni alternative per l’iniziativa benefica. Avevamo pensato all’ipotesi di far svolgere “Volare senz’ali” la mattina, lasciando poi lo stadio per la partita. Ma ci sono problemi sia per le pulizie e sia per deflusso e afflusso di persone dei due eventi. Adesso stiamo valutando l’ipotesi Campo Scuola, anche se mi rendo conto che lo stadio è palcoscenico di altro spessore».

A oggi, comunque, restano due eventi nella solita sede. E la speranza è che non si vada allo scontro. «Sono il primo – chiude Morini – ad essere dispiaciuto, anche perché qui parliamo di associazioni che organizzano questi eventi per cause nobili. Speriamo di trovare una soluzione che possa soddisfare tutti».

mader
Fonte: Il Tirreno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *