IL SUCCESSO DEI GRILLINI, CONQUISTANO LO 0,2% DEI COMUNI AL PRIMO TURNO

image_pdfimage_print

Lo zero virgola due per cento. Questa la percentuale di comuni conquistati, domenica scorsa, dal Movimento 5 Stelle. 2 sindaci grillini eletti al primo turno, in due comuni minori, su 1004 al voto. Questa è la “lenta ma Inesorabile avanzata” di Grillo.

La “forza politica più presente a questa tornata elettorale”, ha definito Beppe Grillo sul blog il M5S, ma con risultati deludenti. 2 sindaci su 1004, 8 al ballottaggio su 140 e tutti in città minori. Fabriano, in provincia di Ancona, Ardea e Guidonia nell’hinterland romano, Canosa, Santeramo in Colle e Mottola in Puglia, Acqui Terme in provincia di Alessandria e infine Scordia nel catanese.

Grillo però si consola con Sarego e Parzanica. Roberto Castiglion si conferma a Sarego, 6700 anime in provincia di Vicenza. E la novità arriva da Parzanica, paese di 375 abitanti in provincia di Bergamo. Vince il geometra in pensione Antonio Ferrari. Con tanto di complimenti dal blog di Grillo e l’approvazione su Facebook del senatore Vito Crimi: «Parzanica, piccolo comune bergamasco, meno di 400 abitanti e un Sindaco 5 Stelle». Pochi ma buoni.

Colpo di scena, invece, ad Asti. Il riconteggio delle schede ha riscontrato un errore e il M5S va al ballottaggio al posto del candidato sindaco del PD

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *