IL SINDACO GRILLINO DI LIVORNO FUGGE SOTTO SCORTA DAL COMUNE – #NOGARINDIMETTITI

image_pdfimage_print

nogarin-scortatoIeri il Comune di Livorno è rimasto blindato dalle forze dell’ordine, con le porte sbarrate per l’assemblea dei soci dell’Aamps la municipalizzata dei rifiuti che il sindaco del Movimento 5 Stelle vuole, di fatto, far fallire con il concordato preventivo lasciando lavoratori e città in situazione drammatica.

Dopo l’assemblea dei soci e la conferenza stampa il sindaco grillino Filippo Nogarin e l’assessore al bilancio Gianni Lemmetti sono usciti dal Comune da una porta secondaria e sono andati via a bordo di un’auto dei vigili urbani.

“Il Movimento 5 Stelle dà piena fiducia alla giunta Nogarin e sposa la scelta intrapresa: per governare serve responsabilità e coraggio”, scriveva Beppe Grillo, sul sacro blog, i difesa del sindaco grillino.

Le responsabilità si individueranno il coraggio per il momento, almeno in questa circostanza, manca.

Dove sono finiti i politici, gli eletti, gli amministratori a 5 Stelle che potevano permettersi di uscire liberi, senza scorta?

L’ingegnere aerospaziale Filippo Nogarin, pensi a un bel regalo per il Natale dei cittadini di Livorno, si dimetta.

#NOGARINDIMETTITI

mader

9 pensieri riguardo “IL SINDACO GRILLINO DI LIVORNO FUGGE SOTTO SCORTA DAL COMUNE – #NOGARINDIMETTITI

  • 14 Dicembre 2015 in 15:41
    Permalink

    Direi che prima di scrivere ci si dovrebbe informare meglio. “Fallire con il concordato preventivo” è una frase senza senso: o si fallisce o si fa il concordato preventivo. Di fatto il concordato preventivo è proprio un tipo di procedura che evita il fallimento

    Risposta
    • 14 Dicembre 2015 in 22:01
      Permalink

      Il rapporto tra concordato preventivo e fallimento è di conseguenzialità (eventuale del fallimento, all’esito negativo della procedura di concordato) e di assorbimento (dei vizi del provvedimento di rigetto del concordato in motivi d’impugnazione del successivo fallimento) e comporta una mera esigenza di coordinamento fra i due procedimenti.

      Cosi’ si sono espresse le Sezioni Unite nella sentenza in commento, conforme ad altre precedenti pronunce di legittimità, sul tema dei rapporti tra domanda di concordato preventivo e fallimento.

      Risposta
      • 15 Dicembre 2015 in 9:25
        Permalink

        Ma cosa stai dicendo. Smetti di sparare boiate, e parla di come MPS ha chiuso i rubinetti dopo che il PD ha perso la seggiola! Vergognati!

        Risposta
          • 30 Dicembre 2015 in 17:31
            Permalink

            Perchè non sanno dove arrampicarsi quando gli sbattono la realtà dei fatti. Facci caso, ogni volta che esce una porcata fatta da uno dei loro, esce fuori sempre la parola PD, invece di prendersela con chi stà infangando il nome del M5S, trovano sempre la scorciatoia più semplice e rigirano la frittata sugli altri, come se, questo cambiasse il fatto che anche loro, sono dei venditori di menzogne e prendono per il culo la gente

  • Pingback: Livorno: il sindaco grillino fugge sotto scorta | Qelsi

  • 16 Dicembre 2015 in 18:56
    Permalink

    Solo una persona disonesta o ignorante o imbecille può parlare male del M5S.

    Risposta
    • 16 Dicembre 2015 in 19:32
      Permalink

      Sentitamente ricambio.

      Risposta
    • 30 Dicembre 2015 in 17:41
      Permalink

      Solo i cerebrolesi della Grillo-Casaleggio pensano che il M5S sia Onesto e Trasparente, dove nessuno ruba, nessuno pensa ai propri interessi e dove la priorità sono i cittadini. E’ proprio vero che in Italia il popolo è succube della Politica e se non vengono tenuti al guinzaglio stanno male, sono talmente abituati a farsi prendere per il culo che se la politica dovesse veramente diventare Onesta starebbero male. Ci lamentiamo dei potici ladri e della criminalità che la fa da padrone, ma il vero male di questo paese sono gli elettori che prendono le difese di questi signori, gente come Grillo (e non solo) che, ha un solo ed unico scopo…fare soldi sulla pelle della gente.Quando gli Italiani inizieranno ad aprire gli occhi e a non farsi più prendere per il culo da questa gente, forse, e dico forse, in Italia potrebbe esserci una possibilità che le cose cambino.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *