IL COMUNE GRILLINO DI ASSEMINI NON VOTA IL BILANCIO PER ILLEGITTIMITÀ

image_pdfimage_print

asseminiLa maggioranza pentastellata del Comune di Assemini guidato dal sindaco Mario Puddu ha tentato di far approvare una proposta di aumento della tassazione comunale illegittima e non votabile.

La proposta dei 5 Stelle prevedeva aumenti dell’Imu e delle addizionali comunali Irpef. Ancora una volta le mani nelle tasche dei cittadini.

Aumenti per circa 350 mila euro sull’IMU per gli immobili e i capannoni destinati ad attività produttive e un raddoppio delle aliquote, anche per i redditi più bassi, dell’addizionale Irpef comunale per 400.000 euro.

Modifiche impossibili da apportare, per legge, dopo il 31 luglio, tanto che lo stesso capogruppo di maggioranza ha ammesso “candidamente” che l’amministrazione sapeva da tempo di tale illegittimità e che sperava in un “condono”.

Dove sono finiti tutti gli argomenti cari al Movimento 5 Stelle, il bilancio partecipato, la trasparenza amministrativa, la diminuzione delle tasse.

Solo un mese fa, sul sacro blog, Puddu annunciava:

“Ciao a tutti. Sono Mario Puddu, Sindaco M5S di Assemini, Comune della Sardegna amministrato dal Movimento 5 Stelle. Brevemente per dire, ai cittadini asseminesi in particolare, ma anche a tutti gli attivisti del Movimento, che anche nel 2015 ad Assemini NON si pagherà la TASI”.

Ma tutto il resto si e con l’aumento.

#QUANDO GOVERNA IL M5S.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *