GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA COMMISSARIATO DI VITTORIA: IL VIMINALE PAGAVA L’AFFITTO A FAMIGLIA MAFIOSA

image_pdfimage_print
L’edificio che ospita il commissariato di Polizia di Vittoria (Ragusa) è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza nell’ambito del sequestro dei beni della famiglia Luca di Gela. La proprietà per una quota parte del 50% è di Rocco Luca, figlio di Salvatore, finito in carcere assieme allo zio con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. L’affitto che il Ministero dell’Interno ogni anno paga ai proprietari dell’immobile è di 105 mila euro.

I Luca, a cui fa capo il gruppo Lucauto di Gela, sarebbero subentrati al 50% nella proprietà dello stabile dopo che lo stesso era stato messo all’asta dal Tribunale di Ragusa nel 2012. La rimanente parte dell’edificio è di un commerciante di Vittoria. “Da mesi stiamo cercando un’altra sede per ragioni funzionali. Abbiamo avviato un’interlocuzione prima con l’amministrazione del Comune di Vittoria, poi sciolta per mafia, poi con i commissari straordinari. Adesso, con la notizia del sequestro, è chiaro che questo percorso ha subito un’accelerazione”, dice il questore di Ragusa, Salvatore La Rosa.
Il commissariato dovrebbe andare nei locali dell’ex tribunale di Vittoria. “E’ chiaro che servirà prima una delibera e poi dei lavori di adeguamento”, continua La Rosa. Per il questore “l’importante è distinguere la proprietà del bene, con la nostra attività. Siamo due mondi lontanissimi”. Il commissariato è lì dal ’95-’96, Luca è subentrato nel 2012, “sono certo che il Viminale non aveva nessun elemento nei confronti dei nuovi proprietari”.
Fonte: la Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *