GRILLO CONTRO I GIORNALI CHE NON HANNO PARLATO DELL’INTERVENTO “STORICO” DI FANTINATI AL MEETING

image_pdfimage_print

mattia-fantinati-matteoderricoIl blog di Grillo non ha apprezzato il trattamento riservato da alcuni quotidiani all’iniziativa del deputato M5s Mattia Fantinati, protagonista di un polemico discorso al Meeting di Comunione e Liberazione.

I grillini non sono soddisfatti dello scarso interesse a loro riservato. «L’intervento del portavoce M5s alla Camera, Mattia Fantinati al meeting di Cl – si legge sul sito voce ufficiale del Movimento, in un corsivo anonimo, quindi attribuibile al leader M5S Berppe Grillo – ha acceso le fantasie dei giornalai. ‘Il siparietto del grillino’ titola L’Avvenire (il giornale della Chiesa, che però è in testa ai finanziamenti pubblici – con 4.355.324 di euro annui! – percepiti dallo Stato); ‘La tirata del 5 Stelle’ scrive invece il Corriere della Serva in un boxino delle pagine interne. ‘Il siparietto’, ‘La tirata’, tutto pur di svilire un intervento storico».
«Ma del resto, li capiamo. Molti giornalisti tengono famiglia! E se non ti allinei sei fuori», è il commento contenuto nel pezzo sotto il titolo «la voce del padroncino».

In coda al corsivo di Grillo, un lungo testo del deputato Giuseppe Brescia ribadisce l’obiettivo del M5s: «Siamo entrati in Parlamento – ricorda – con un punto molto chiaro a riguardo sul quale non abbiamo affatto cambiato idea: il finanziamento pubblico all’editoria deve essere abolito! Abbiamo presentato una proposta di legge in merito, abbiamo lottato affinché si riuscisse a discuterla in commissione e ce l’abbiamo fatta. Da qualche mese a questa parte grazie alla nostra proposta di legge si è aperto un dibattito interessantissimo, franco e quasi del tutto scevro da posizioni preconcette, in cui si sono confrontati oltre alle forze politiche anche tutti i portatori di interesse e gli esperti del settore. Tutti hanno ammesso la necessità di mettere mano al sistema che regola i rapporti tra il mondo dell’informazione e quello della politica».

Da una parte, Grillo, continua con il tentativo di delegittimazione che nega ai giornalisti di informare. Però quando la stampa non si occupa del Movimento 5 Stelle con il rilievo desiderato, diventa il nemico da distruggere.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *