DUE PESI, DUE MISURE

image_pdfimage_print

minisior

Marcello Miniscalco, segretario regionale del partito socialista, viene escluso dal listino di Di Laura Frattura a causa di una condanna a tre mesi, quando era sindaco di Rocchetta al Volturno, per il solo fatto di non aver concesso, ben diciotto anni fa, una piazza per una manifestazione.

Angelo Michele Iorio, presidente della regione Molise, è stato condannato ad 1 anno e mezzo per abuso d’ufficio ed è ricandidato per la quarta volta presidente. Secondo i giudici il governatore avrebbe aiutato indebitamente la multinazionale Bain & co, dove lavorava il figlio Davide. Alla società sono state affidate consulenze per progetti riguardanti l’autostrada Termoli-San Vittore e il sistema sanitario regionale. Decisive per la condanna due delibere di giunta (datate 2003 e 2004), proposte all’esecutivo direttamente dal presidente. Secondo il pubblico ministero, Fabio Papa, “Iorio non si asteneva, come prescritto e come suo dovere, in presenza di un evidentissimo interesse di un proprio strettissimo congiunto

Due pesi, due misure.

mader

Un pensiero riguardo “DUE PESI, DUE MISURE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *