DE FALCO: “DI MAIO ANDREBBE ESPULSO DAL M5S NON IO”

“Di Maio deve assolutamente cambiare rotta, sta perdendo l’elettorato. Secondo il nostro codice etico, chi fa perdere voti al Movimento va espulso. È Di Maio che dovrebbe esser espulso da M5S, non io”. A parlare – scrive AskaNews – è Gregorio De Falco, senatore appena espulso dal M5S, che oggi è stato ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1.

“Di Maio ha fatto assumere al M5S una linea di destra. Basta vedere questo avvicinamento ai Gilet Gialli, che è molto pericoloso, perché tra loro ci sono anche dei violenti”. Lei è stato espulso dai 5S da pochi giorni. Come le è stata comunicata questa decisione? “Non è stata ancora ratificata – ha detto a Un Giorno da Pecora – non mi è arrivato nulla, non ho avuto comunicazioni ufficiale a riguardo. Mi è arrivata solo una letterina di natale dei Probiviri, che non è nemmeno firmata sembra quasi anonima. Alla fine c’è scritto solo ‘I Probiviri’”.
Quindi siede ancora nel suo posto al Senato? “Domani andrò al mio posto, e se ci sarà il mio nome siederò lì”.
Farà ricorso contro l’espulsione? “Sto valutando con un esperto, non ho tutti gli atti con cui sono stato messo fuori dal gruppo. In caso di espulsione, poi, è prevista una penale di 100mila da pagare in 10 giorni”. Ha intenzione di pagarla? “Sto mettendo da parte i soldi, mi aiuterà la mamma – ha ironizzato De Falco a Radio1 -. Mi farò assistere da un avvocato, comunque, perché io ho firmato per aderire ad un Movimento di opinione e non ad un regime militare”. Qualcuno l’ha chiamata dal M5S? “Nessuno, in una nessuna fase, in nessun momento. L’ultima volta che ho parlato con Di Maio è stato alla presentazione degli emendamenti sul Dl Sicurezza”.
“Una lista De Falco? E’ prematura, in questo momento facciamo un passo per volta, nulla è irreale”. Prima del M5S per chi votava? “Da ragazzo ho votato per i Radicali e poi sempre a sinistra, Pd compreso”. Se si votasse oggi alle europee voterebbe ancora M5S? “Penso di sì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *