“DATEMI FIDUCIA PER L’ARS”, LO SPOT ELETTORALE DEL CANDIDATO GRILLINO ARRESTATO PER ESTORSIONE

image_pdfimage_print
“Ho scelto di candidarmi con il M5S ed è una scelta che faccio veramente con il cuore. Il M5S incarnava le cose che già pensavo e così è stato naturale inserirmi in questo mondo meraviglioso”.

Iniziava con queste parole lo spot elettorale che Fabrizio La Gaipa, 42 anni, il candidato del M5S di Agrigento arrestato all’alba con l’accusa di estorsione, primo dei non eletti con oltre quattromila voti, subito dopo Matteo Mangiacavallo e Giovanni Di Caro. Avrebbe costretto suoi lavoratori a firmare buste paghe false.
“Ho fatto tante cose ed ho un bellissimo bagaglio di esperienze che potrebbero aiutare il Movimento, sono desideroso di dare il mio contributo – aveva poi aggiunto La Gaipa, che è agli arresti domiciliari –. Vorrei far parte di coloro che andranno a spendersi per le regionali per creare una Sicilia migliore. Vi chiedo la fiducia per rappresentarvi al Parlamento regionale”. E concludeva: “Comunque vadano le cose, viva il M5S”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *