CONSIGLIERE GRILLINO DI SASSARI PASSA AL PD

image_pdfimage_print

Il consigliere comunale di Sassari Giuseppe Mascia, consigliere di Sassari eletto alle amministrative 2014 con il Movimento 5 Stelle, ha annunciato il suo passaggio al Pd e la contestuale adesione alla maggioranza di centrosinistra guidata dal sindaco Nicola Sanna.

«Alla base della mia decisione ci sono ragioni morali e politiche. Posso così dare continuità con il mandato ricevuto con il voto dei cittadini», ha esordito Giuseppe Mascia. «Entrato in Consiglio ho compreso subito una cosa: il piano delle idee e delle intenzioni deve necessariamente adeguarsi alla fattibilità dei progetti. Nel corso di quest’anno a Palazzo Ducale ho maturato una mia personale affinità e convinzione che le medesime idee per le quali mi sono candidato come persona possono avere una risposta amministrativa come quella che esprime il primo cittadino».

Del resto già il gruppo del M5S non aveva chiuso ermeticamente le porte al sindaco Sanna appena insediato.

«Ricordo che quando ai primi di agosto del 2014 il Consiglio comunale votò le linee programmatiche della nuova Giunta, facevo parte di un gruppo che riconobbe al sindaco che 9 punti su 11 del suo programma erano gli stessi di quello del M5S». Il gruppo allora si astenne. «I temi di continuità con quell’esperienza sono allora il centro storico, le borgate come l’Argentiera e Palmadula ma anche le altre, il sociale e la rete di comunicazioni dell’area vasta. Su tutto questo il mio impegno rimarrà immutato».

«Adesso ho l’opportunità di dare concretezza a questo. Viviamo un periodo complicato per la politica locale, nazionale ed europea, con scontri anche “tellurici”. Nell’azione amministrativa ho compreso che la contrapposizione non dà efficacia e non dà risultati. E il mio lavoro nelle commissioni lo testimonia. Con la relazione ex art. 77 sull’operato della Giunta ho riconosciuto un’azione di coerenza». Il rischio più che concreto che qualche critica anche pesante possa arrivare è già nel conto. «Naturalmente il mio gesto non sarà compreso da tutti. Sono tuttavia determinato. Ho compreso che posso ottenere risultati per il bene della città se mi sarà data l’opportunità di avere concretezza politica. Da mesi incontro i miei elettori e nonostante il dissenso di alcuni ho notato comprensione e slancio ma anche forza per continuare. Il mio è un gesto coraggioso. Viviamo in un periodo in cui tendiamo a drammatizzare molto scelte che non sono semplici. E uno si accorge di ciò quando lo tocca direttamente. Questa Amministrazione deve barcamenarsi tra molte difficoltà, anzi tra vere e proprie acrobazie».

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *