CARLA RUOCCO E GLI STRANI INCONTRI CON I BALNEATORI DI OSTIA

image_pdfimage_print

carla-ruocco-m5s-matteoderricoOggi, sul quotidiano La Stampa, Jacopo Jacoboni riporta di un incontro avvenuto il 12 giugno scorso, al Polo natatorio di Ostia, tra Carla Ruocco, del direttorio 5 Stelle e i concessionari degli stabilimenti balneari.

Ad accogliere la Ruocco, c’era Renato Papagni, figura di spicco del mondo associativo degli stabilimenti del litorale, da sempre in ottimi rapporti di lavoro con i Balini, storica famiglia di imprenditori, che gestiscono tra l’altro il porto di Ostia, tra mille polemiche. Tra parentesi, il Polo natatorio, che è di proprietà del Coni, era chiuso a quell’ora: è stato fatto riaprire per l’occasione, ma da chi? Segno che comunque la visita di una delegazione del M5S era considerata importante, da quel sistema del litorale.

Sistema con il quale, se ti ci rapporti – scrive Jacoboni – sarebbe anche necessario dare alcune spiegazioni.

Il Movimento romano è scatenato: attacca frontalmente Marino e Sabella (che hanno mandato le ruspe per aprire i litorali, facendo infuriare gli stabilimenti balneari), vagheggia le elezioni purificatrici, ma viene anche avvicinato (o avvicina) da personaggi inquietanti (compresi pezzi di estrema destra del litorale). Se ne guarda abbastanza? È solo ingenuo o qualcuno è in malafede? Nel frattempo, a Roma, chi nel Movimento sognava una candidatura di Alessandro Di Battista si trova dinanzi a una difficoltà seria: Di Battista è stato stoppato da Milano (e anche da tanti parlamentari), che non vuole si deroghi dalle regole: lui sta già facendo un mandato parlamentare, e nel Movimento le regole sono regole, non ci si dimette per fare un’altra corsa.

Che il mondo imprenditoriale di Ostia sia compromesso, e quindi che sarebbe davvero il caso di evitarlo, sono gli stessi militanti a Cinque Stelle a chiarirlo in calce al post della Ruocco.

C’è chi ha domandato «potrebbe dare la lista degli imprenditori presenti?». Chi (Carlo Diano) ha chiesto con fare pungente «“onesti” quegli imprenditori?». E chi (Marco Severa) ha usato il sarcasmo: «Gli imprenditori onesti sarebbero i gestori balneari? Si vede che Ruocco non vive a Ostia».

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *