BECCHI: “LE COMUNARIE DEL M5S SONO FARLOCCHE”

image_pdfimage_print

paolo-becchiIl professor Paolo Becchi, docente di filosofia a Genova, che ispirò per anni il movimento di Beppe Grillo prima della rottura intervistato da La Presse sugli omissis di Virginia Raggi, la candidata 5 Stelle a Roma ha dichiarato:

“Sono un fatto irrilevante, si cerca il pelo nell’uovo visto il momento elettorale. Il dato di fatto saliente è un altro: le Comunarie sono truccate. Una decina di giorni fa il tribunale di Roma ha stabilito che vanno reintegrati i tre espulsi dal Movimento, estromessi dalle Comunarie della capitale (si tratta di Paolo Palleschi, Antonio Caracciolo e Roberto Motta, ndr). Adesso anche un altro attivista romano ha fatto ricorso, oltre a quei tre. Le consultazioni nella capitale andrebbero rifatte. E il 28 il tribunale di Napoli si pronuncerà sul ricorso presentato da 23 attivisti che avrebbero voluto partecipare alle Comunarie partenopee, ma che sono stati espulsi. Le Comunarie del M5S sono farlocche come le primarie del Pd”.

Sulla nuova piattaforma di Casaleggio jr aggiunge: “La piattaforma Rousseau rappresenta il passaggio da padre in figlio. Non è successo nulla: il M5S è un sistema dinastico, non democratico. Il controllo del server che decide espulsioni e liste, passa da Gianroberto Casaleggio a Davide. Sorprende che nel messaggio di Casaleggio pubblicato sul blog ieri non ci sia il nome di Beppe Grillo, né nelle parole del figlio né nel testamento del padre. E’ la dimostrazione che il blog è la piattaforma della Casaleggio associati: è il blog di Casaleggio”.

mader
Fonte: La Presse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *