BABBO BEPPE REGALA L’ESPULSIONE A SERENELLA FUCKSIA

image_pdfimage_print

serenella-fucksia-matteoderricoIl 92,6% degli attivisti votanti hanno deciso l’espulsione della senatrice Serenella Fucksia dal Movimento 5 Stelle.

Il blog di Beppe Grillo, con un post, comunica la decisione di 24.667 iscritti su 26.630.

Non è piaciuta ai grillini l’ultima uscita della senatrice 5 Stelle, da sempre critica verso la gestione del M5S, che poco prima di Natale aveva difeso il discorso del ministro Boschi in occasione della sua mozione di sfiducia. Su Facebook aveva scritto:

“Possiamo dire, al di là di tutto, che questo discorso merita gli applausi di tutti? O è disdicevole perché i giudizi sono categorie a priori precostituite?”.

Ma la motivazione ufficiale del sacro blog è per la mancata restituzione dello stipendio:

“Chi non restituisce parte del proprio stipendio come tutti gli altri non solo viola il codice di comportamento dei parlamentari Movimento 5 Stelle ma impedisce a giovani disoccupati di avere ulteriori opportunità di lavoro oltre a tradire un patto con glie elettori. Ogni mese i parlamentari del M5S si tagliano lo stipendio e donano quei soldi a un fondo per far partire nuove imprese e quindi nuovi posti di lavoro in Italia. A differenza di tutti gli altri suoi colleghi parlamentari, la senatrice Serenella Fucksia non ha ancora restituito le eccedenze del mese di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre 2015, così come richiesto dallo Staff e nonostante i diversi solleciti inoltrati. Fucksia ha violato ripetutamente il codice di comportamento dei Parlamentari 5 Stelle. Ti chiediamo se debba essere espulsa”.

La senatrice Fucksia ha così replicato a Grillo:

“La rendicontazione è una scusa: il motivo della richiesta di espulsione nei miei confronti è molto più becero. C’è una lotta di potere in corso e si è trovata questa scusa per parlare di altro, per non affrontare il problema. Ma questo modo dci comportarsi non fa onore al Movimento, è un altro autogol”.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *