ATTIVISTA 5 STELLE ATTACCA SENATORE GRILLINO CASTALDI

image_pdfimage_print

stefano-moretti1-matteoderrico

Duro attacco di Stefano Moretti, attivista del Movimento 5 Stelle di Vasto (Ch) e referente locale dell’osservatorio Antimafia, in una conferenza stampa, ha duramente attaccato alcuni rappresentanti dei 5 stelle della cittadina abruzzese.

Nel mirino dell’attivista sono finiti il consigliere regionale Pietro Smargiassi e il senatore Gianluca Castaldi, capogruppo dei pentastellati a Palazzo Madama.

Al consigliere Smargiassi, Moretti contesta un’assunzione diretta nel 2005, effettuata da parte del consorzio industriale con uno stipendio di 2mila euro al mese. “Una chiamata del genere -secondo Moretti-  è di chiara natura politica fatta, all’epoca, da un esponente di spicco di primo piano di Forza Italia. Perchè -continua Moretti- nel momento dell’elezione in regione Smargiassi non ha lasciato il suo posto ma si è messo solo in aspettativa? Questi fatti sono chiaramente in contrasto con i principi predicati dai 5 Stelle”.

Moretti continua il suo affondo con Castaldi. “In un servizio pubblicato su una nota rivista nazionale ho letto che il senatore Castaldi, a cui va dato merito di essersi diminuito lo stipendio, ha percepito 100mila euro di rimborso spese, quindi circa 4mila euro al mese, a cui si aggiunge il suo stipendio da parlamentare”.

Prima di chiudere Moretti mostra dei documenti in cui si evince che alcuni familiari di Castaldi, hanno avuto, e probabilmente hanno ancora, dei terreni, nella zona dei trabocchi, di proprietà di Ferrovie dello Stato in cambio di un canone di circa 1000 euro. “Perchè per questi terreni -si interroga Moretti- non si è svolta una gara in maniera tale da dare la possibilità a tutti di partecipare? Nel movimento 5 stelle sono stati espulsi dei militanti per molto meno. Quali cittadini vastesi -conclude il referente dell’Osservatorio Antimafia- hanno potuto avere questi privilegi?”.

mader

Fonte: noixvoi24.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *