ARTINI, EX M5S: “LA DEMOCRAZIA PARTECIPATA CHE SOGNAVA GRILLO L’ABBIAMO REALIZZATA NOI”

image_pdfimage_print

Una piattaforma informatica che apra la strada alla “democrazia partecipata” e che consenta ai cittadini “di essere protagonisti delle proprie decisioni attraverso un confronto libero, aperto e trasparente”.

A presentarla Massimo Artini, ex M5S ora in Alternativa Libera, la componente nata in seno al gruppo Misto da alcuni deputati grillini delusi. Artini, prima dell’addio al Movimento, è stato protagonista di uno scontro con i vertici proprio sulla gestione del sistema operativo dei 5 Stelle.

Oggi al Movimento rimprovera, nel corso della conferenza stampa a Montecitorio, di non aver mai presentato un progetto simile a Sinapsi, “la piattaforma per una democrazia veramente partecipata” che Artini presenta per un “modello diverso di partecipazione”.

Finora “non c’è mai stata una piattaforma che consentisse di far quello che permette di realizzare Sinapsi: nella nostra esperienza precedente non si è mai concretizzata.

L’obiettivo è rendere trasparente il processo di partecipazione”, anche mediante la “certificazione delle votazioni” in Rete. Con la “volontà che l’attivismo non resti sulla carta. Non ci sono capi o capetti sul sistema operativo – aggiunge – il voto è trasparente” e i contatti con i parlamentari “codificati per evitare facilitazioni per via amicale”.

Con Sinapsi si punta a “dar voce al territorio, quello che è mancato nel M5S e che io, personalmente, ritengo un tradimento dei suoi valori fondanti”.

mader
AdnKronos

One thought on “ARTINI, EX M5S: “LA DEMOCRAZIA PARTECIPATA CHE SOGNAVA GRILLO L’ABBIAMO REALIZZATA NOI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *