ANNULLATE DELIBERE IRREGOLARI DELLA MAGGIORANZA GRILLINA DI ASSEMINI

image_pdfimage_print

mario-puddu-m5s-matteoderricoLa Regione Sardegna annulla la delibera del Consiglio comunale di Assemini del sindaco grillino Mario Puddu per violazioni al regolamento comunale e al Tuel, lo scrive Veronica Matta su Cagliari Globalist.

“L’amministrazione sbatte contro il muro che lei stessa ha eretto, dichiara il consigliere Francesco Consalvo (Pd). “La minoranza ha provato in ogni modo a far capire che si stava sbagliando, e ora la Regione ha ANNULLATO due delibere consiliari, adottate con i voti della maggioranza, per evidenti vizi tecnici e procedurali. Anziché prendersela con la minoranza, il sindaco prenda atto che l’autoreferenzialità – tragica cifra politica del suo operato – porta a questi risultati e attui al più presto – se ne ha le risorse – un cambio di rotta concreto del suo operato e di quello dei suoi collaboratori. L’alternativa è far sprofondare ulteriormente la città nei suoi problemi cronici, senza aver nemmeno provato a comprenderli politicamente, e a risolverli con l’aiuto di tutte le forze politiche e sociali che finora hanno provato, inutilmente, a dare una mano. Nel caso, la terza via – dimissioni e tutti a casa – sarebbe di gran lunga più dignitosa”.

Qualche settimana fa era arrivata la notizia della sospensione dell’accordo di programma su Eurospin, da parte della Regione dopo le segnalazioni dell’opposizione su numerose irregolarità nell’atto. Oggi la Regione Sardegna annulla quelle delibere confermando sostanzialmente la violazione di norme Regionali e del regolamento consigliare.

“Non si è voluto dare ascolto alla minoranza, dichiara Enrico Salis (Sel) che segnalava la necessità di rivedere quel testo estremamente pasticciato, questo è il risultato, come detto già nel precedente comunicato SEL Assemini non è contraria all’accordo ma le cose vanno fatte per bene e nel rispetto delle norme. Per far questo non è mai troppo tardi! Quanto ai numerosi inciampi che l’amministrazione sta avendo in questi giorni, chiediamo seriamente una riflessione al sindaco, gli chiediamo di riflettere se sia il caso, per il bene di Assemini, andare avanti con una maggioranza ridotta ad un solo voto e debole politicamente…l’alternativa non manca ed è quella di restituire democraticamente la parola ai cittadini”.

mader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *