ALTRA SENATRICE LEGHISTA CON IL BONUS COVID, SOSPESA

image_pdfimage_print

“Dopo aver ascoltato e verificato la posizione, come per i precedenti casi, è stato preso il provvedimento della sospensione per la senatrice Marzia Casolati“. Lo rende noto il capogruppo della Lega al Senato, Massimiliano Romeo.

La senatrice, si legge in un comunicato, “ha percepito il contributo di 1.500 euro dalla Regione Piemonte come previsto per le attività imprenditoriali costrette alla chiusura per il lockdown”.
“Anche se non è stato commesso alcun illecito – precisa Romeo – e il contributo è stato già da tempo completamente restituito, non è opportuno che parlamentari accedano a questo tipo di sussidio. Il provvedimento è stato già accettato e condiviso dalla diretta interessata”.
La senatrice ha percepito il contributo di 1.500 Euro dalla regione Piemonte come previsto per le attività imprenditoriali costrette alla chiusura per il lockdown. “Anche se non è stato commesso alcun illecito – precisa romeo – e il contributo è stato già da tempo completamente restituito, non è opportuno che parlamentari accedano a questo tipo di sussidio. Il provvedimento è stato già accettato e condiviso dalla diretta interessata”.
Marzia Casolati è proprietaria di un negozio di oreficeria. Ha 50 anni, è nata a Torino dove vive e ha un negozio di oreficeria. Nel 1992 aderisce alla Lega nord, coprendo numerosi incarichi. Nel 1993 viene eletta consigliera nella circoscrizione otto della sua città e ci resta fino al 2001. Nel 2016 arriva al Senato, eletta nel collegio uninominale di Moncalieri, e fa parte della commissione Politiche europee, di quella straordinaria sui diritti umani e la commissione d’inchiesta sul femminicidio.
Dalla documentazione patrimoniale data al Senato, nel 2019 ha dichiarato un reddito complessivo di 101.314 euro.
Fonte: Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *