5 STELLE CADENTI, SBERLA ELETTORALE IN ABRUZZO

Il cambiamento si è arrestato in Abruzzo. A meno di un anno dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018 quando il Movimento 5 Stelle conquistò largamente la regione con il 39,8% e 303.006 voti, il risultato elettorale delle regionali è peggiore di quanto si poteva ipotizzare. In meno di un anno il partito di Di Maio e Di Battista perde la metà dei voti. Forse il peggiore risultato per i pentastellati in Abruzzo.

Il centrodestra conquista l’Abruzzo con la Lega, per la prima volta, primo partito in una regione non settentrionale.
Il Movimento 5 stelle difende l’operato e attacca quelle che chiama le “ammucchiate”. La candidata presidente Sara Marcozzi ha dichiarato: “Non abbiamo nulla da rimproverarci. Ci è stata confermata la fiducia di 5 anni fa. La debacle è del Pd dal 25% del 2014 al 9-10% di quest’anno, stessa cosa per Forza Italia dal 16% al 10%. È successo quello che dicevamo da anni”.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *