M5S: QUELL’ESPULSIONE CHE SI TINGE DI FUCKSIA

image_pdfimage_print

serenella-fucksiaLa votazione via web per l’espulsione della senatrice Serenella Fucksia dal Movimento 5 Stelle sarebbe stato solo un pretesto, era già tutto preparato.

Prima della votazione online, il 15 dicembre scorso il Presidente del gruppo M5S al Senato, Mario Michele Giarrusso con una comunicazione all’Ufficio del sindacato ispettivo del Servizio di Assemblea spostava la Fucksia dalla sua postazione a quella di Cioffi e viceversa.

Giarrusso1-matteoderricoSempre il 15 dicembre, con altra comunicazione all’Ufficio tecnico e immobiliare del Senato la stanza della senatrice Fucksia veniva spostata dal terzo piano del Palazzo dei Beni Spagnoli al terzo piano di Palazzo Toniolo.

Giarrusso2-matteoderricoAncora prima delle due comunicazioni ufficiali agli Uffici del Senato la responsabile d’Aula del Gruppo M5S aveva comunicato verbalmente lo spostamento dalla Commissione Sanità del Senato alla Finanze e Tesoro della Fucksia.

Se non sa di sanzionatorio tutto questo? Altro che rendicontazione, che peraltro risulta essere perfettamente in regola, alla data odierna.

Fucksia.fb.matteoderricoAl contrario dei numerosi onorevoli grillini, indietro con i conti  e non espulsi: Baroni, Benedetti, Bonafede, Busto, Cecconi, Chimienti, Ciprini, Corda, Crippa, Dall’Osso, Del grosso, Di Benedetto, Dieni, Fraccaro, Frusone, Giordano, Grande Grillo, Mantero, Parentela, Presco, Petraroli, Pisano, Romano, Sarti, Sorial, Spadoni, Spessotto, Toninelli, Tripiedi, Valente, Valascas, Vignaroli. E dei senatori: Airola, Bulgarelli, Cappelletti, Catalfo, Crimi, Donno, Endrizzi, Fattori, Montevecchi, Nugnes, Puglia.

Fucksia-fb-matteoderricomader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *